Gli applicativi del sistema informativo

Database geografico unico

Si tratta di un database geografico sviluppato in ambiente PostGRess con estensione Gis, configurato per memorizzare anche la dimensione temporale dei dati (database geo-temporale).

Contiene dati provenienti da diverse fonti che sono stati elaborati, standardizzati e,quando necessario, georeferenziati, e organizzati in schemi tematici. 

Il database presenta, attualmente, circa 120 dataset di contesto, di varia natura: inquadramento territoriale amministrativo, assetto fisico del territorio, vulnerabilità, rischi, luoghi e strutture rilevanti, risorse del sistema di protezione civile, ecc. , ed è al servizio di tutti gli applicativi del sistema informativo.

Giornale eventi

Modulo applicativo basato su tecnologia web gis che consente al personale della Sala Operativa Regionale di registrare in “tempo reale” segnalazioni relative ad eventi, danni, azioni e interventi effettuati sul territorio e “geolocalizzarli” sulla base delle informazioni fornite dal segnalante, eventualmente incrociandole con quelle presenti nel Database Regionale di Protezione Civile. 

Postazione a triplo monitor Sala Operativa
Postazione a triplo monitor del capoturno di Sala Operativa

Scenari 

Modulo applicativo basato su tecnologia web gis per il disegno di scenari e per la produzione di reportistica finalizzata al supporto alle decisioni. Tale reportistica pone in relazione le informazioni relative alle criticità da prevenire o risolvere con le risorse umane e strumentali disponibili in prossimità del luogo dell’evento.

SAP-magazzino

Applicativo gestionale specifico per la gestione dei magazzini che rende possibile la scelta e la movimentazione di mezzi e attrezzature disponibili nei centir logistici regionali, enei magazzini del volontariato di protezione civile, mantenendo aggiornata la situazione in tempo reale.

L'applicativo prevede anche un modulo per registrare le entrate e le uscite dal magazzino con tecnologia mobile, tramite la lettura di codici a barre e tag a radiofrequenza (RFID).

E' presente anche il modulo per la pianificazione e la gestione delle scadenze e delle manutenzioni.

Tempo Reale

Modulo applicativo basato su tecnologia web gis che consente al personale della Sala Operativa Regionale di registrare in “tempo reale” segnalazioni relative ad eventi, danni, azioni e interventi effettuati sul territorio e “geolocalizzarli” sulla base delle informazioni fornite dal segnalante, eventualmente incrociandole con quelle presenti nel Database Regionale di Protezione Civile.

E’ uno strumento per la gestione dei dati relativi agli interventi di Protezione Civile, accessibile via web tramite un’area riservata sul Portale Internet della Protezione Civile.

Il sistema fornisce agli enti attuatori degli interventi (Province, Comuni, Comunità Montane e Servizi Tecnici di Bacino) un’unica interfaccia, per l’immissione dei dati relativi alle schede di monitoraggio ed alle richieste di finanziamento, e organizza le informazioni in un’unica banca dati, per monitorare lo stato di attuazione degli interventi sia sotto il profilo finanziario che sotto quello dell’esecuzione dei lavori.

La rete radiomobile digitale R3

È una rete radiomobile digitale a standard europeo TETRA (TErrestrial Trunked RAdio), tecnologicamente avanzata, specificamente concepita per scopi di emergenza, nata per aumentare le prestazioni sia in termini di capacità di traffico che di trasmissione dati e messaggi affiancandosi in un primo momento ai mezzi di radiocomunicazione esistenti.

L'obiettivo è realizzare una struttura moderna ed efficiente di rete che uniformi i servizi
della Pubblica Amministrazione e soddisfi le esigenze speciali di:
• Protezione Civile;
• Polizie municipali e provinciali;
• Sanità (Nuove funzionalità del 118).
La rete TETRA è una rete “digitale” in grado di supportare contemporaneamente fonia e dati che consente l’interconnessione diretta con altre reti di telecomunicazioni e dati esterne:

Permette la realizzazione di servizi ed applicazioni specifi che (es. gestione personale, telemedicina, invio di allarmi da sensori sul territorio, localizzazioni, messaggistica breve, informazioni video, ecc.);
unifica le frammentate reti radio esistenti in una unica piattaforma tecnologicamente avanzata;
permettere il coordinamento fra le diverse componenti operanti nei casi di emergenza;
migliora l’affidabilità e la capacità di traffico;
trasmette contemporaneamente voce, dati e immagini;
risparmia la spesa rispetto alla globalità degli attuali sistemi.

Il sistema di rilancio della messaggistica di emergenza
Si tratta di una soluzione integrata in grado di fornire tutte le funzionalità necessarie allo svolgimento delle task di controllo, notifica, smistamento e registrazione delle
operazioni legate alla ricezione, elaborazione ed inoltro delle comunicazioni in materia di Protezione Civile, 24 ore al giorno, per 365 giorni.
Il sistema è installato presso l’Agenzia di Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna ed è stato progettato per la gestione e la diffusione delle allerte di Protezione Civile alle oltre 100 componenti istituzionali e strutture operative del Sistema regionale di Protezione Civile attraverso un sistema integrato di FAX, SMS ed E-mail.

Real Time exploration

3D RTE (Real Time Exploration) è uno strumento a supporto delle decisioni che
supporta la generazione, l’esplorazione e l’analisi di scene 3D.Permette di rappresentare aree di rilevante estensione geografica a differenti livelli di dettaglio ed integrare i più svariati supporti geo-cartografici.

 Una “scena” RTE è composta dai seguenti elementi:
• un “Modello Gamma”: è una superficie matematica da cui deriva dinamicamente la rappresentazione 3D del suolo;
• immagini (raster): aeree, satellitari, ecc; dati vettoriali (liberamente strutturabili gerarchicamente in funzione della specifi ca esigenza);
• “locations” (punti di interesse memorizzati dall’utente);
• collegamenti ipertestuali (associati a fi le, cartelle, ecc);
• oggetti 3D (statici, dinamici, simbolici).
Tutti gli elementi che costituiscono una “scena RTE” vengono strutturati gerarchicamente in una struttura ad albero (il Layer Manager) che ne permette la gestione. La scena RER è articolata in specifi ci “profi li utente” dedicati appositamente ai principali rischi presenti nel territorio regionale: rischio da frana, rischio idraulico, Anti incendio boschivo (AIB).

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 25/03/2014 12:06 — ultima modifica 25/03/2014 12:06

Agenzia di Protezione Civile Regione Emilia-Romagna- Cod fiscale 91278030373

Viale Silvani 6, 40122 Bologna - tel. +39 051 527 44 04 - fax +39 051 558 545

email: procivsegr@regione.emilia-romagna.it , ​procivsegr@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali