Le esercitazioni

Sono un indispensabile strumento di crescita e formazione, perché consentono di testare il modello di intervento sulle varie tipologie di emergenza, verificare il coordinamento tra le strutture ed aggiornare le conoscenze del territorio e l’adeguatezza dei mezzi e delle attrezzature a disposizione

Le tipologie delle attività addestrative 

 

 

Prove di soccorso:  possono essere svolte da ciascuna delle Strutture operative e hanno lo scopo di verificare la capacità di intervento per lo svolgimento delle attività di competenza.

 

Esercitazioni di protezione civile: prevedono il concorso di diverse Strutture operative e Componenti del Servizio Nazionale,che, a vario titolo concorrono alla gestione di un’emergenza reale. Le esercitazioni possono svolgersi a livello nazionale, regionale, provinciale e comunale.volontari a difesa del territorio Per le esercitazioni nazionali, la programmazione e l’organizzazione spetta al Dipartimento della protezione civile in accordo con le Regioni o le Province Autonome in cui si svolgono. Quelle classificate come regionali o locali, invece, sono promosse dalle Regioni o Province Autonome, dalle Prefetture Uffici Territoriali di Governo, dagli enti locali o da qualunque altra amministrazione relativamente ai piani di  competenza.
Gli elementi fondamentali utili alla programmazione di un’esercitazione sono contenuti nel “documento di impianto dell’esercitazione” – condiviso con tutte le amministrazioni partecipanti – che individua, tra l’altro, l’ambito territoriale e lo scenario di rischio di riferimento, il sistema di coordinamento, gli obiettivi e la strategia di intervento, nonché  le modalità di coinvolgimento della popolazione.

 

 

 Ulteriori dettagli circa la partecipazione delle Organizzazioni di Volontariato di protezione civile alle esercitazioni, sono contenute nella nota del Capo del Dipartimento del 02 agosto 2011

 

 

 

APPROFONDIMENTI  

   

 Determina n.282 del 29 aprile 2016 e allegato: "Circolare sulla pianificazione ed organizzazione delle attività programmabili di protezione civile; esercitazioni, prove di soccorso, partecipazione delle organizzazioni di volontariato in vista di eventi a rilevante impatto locale e disinnesco di ordigni bellici"

 

 Modulistica      

     

     

 

Nota del Capo del Dipartimento del 02 agosto 2011

   

 

Circolare del Capo Dipartimento del 28 maggio 2010: esercitazioni e prove di soccorso

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 26/09/2014 16:30 — ultima modifica 09/09/2016 14:29

Agenzia di Protezione Civile Regione Emilia-Romagna- Cod fiscale 91278030373

Viale Silvani 6, 40122 Bologna - tel. +39 051 527 44 04 - fax +39 051 558 545

email: procivsegr@regione.emilia-romagna.it , ​procivsegr@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali