LIFE PRIMES

Il progetto CRISMAS

Obiettivi, partner e durata del progetto che prevede, tra le altre azioni, anche la realizzazione di un risk assessment multirischio nel forlivese

ll progetto europeo CRISMAS – Community for Risk Management and Assessment vede come partner la Provincia di Forlì-Cesena in collaborazione con l’Agenzia regionale di Protezione Civile - Servizio Protezione Civile e Attività Estrattive - Area Est, la Regione di Sicurezza South-Holland South (VRZHZ), Paesi Bassi come capofila, ITINERIS Salute e Sicurezza, Paesi Bassi, il Comune di Stavanger, Norvegia, il Consiglio del Distretto di Ungheni, Moldavia e l’Agenzia di Sviluppo Economico Regionale di Prijedor, Bosnia Erzegovina.

Il progetto ha una durata di 24 mesi, dal 1 gennaio 2016 al 31 dicembre 2017 e può contare su un budget complessivo di 782.953 euro, con un cofinanziamento UE di 587.215 euro.

Gli obiettivi del progetto sono i seguenti:

  • Supportare regioni, aree vaste e comuni nell’implementazione di metodologie di risk assessment e risk management multi rischio, anche a livello inter-settoriale e transnazionale
  • Promuovere la collaborazione tra esperti e decisori politici, attraverso il ciclo di gestione dei disastri: prevenzione - preparazione – risposta – ripresa
  • Creare una community europea di professionisti ed esperti in risk assessment e management del settore pubblico al fine di incoraggiare la collaborazione e lo scambio di conoscenze all’interno dell’UE.

    A livello locale, il progetto prevede la creazione di tavoli tecnici / gruppi di lavoro che riuniscono i vari soggetti competenti in materia di gestione e valutazione dei rischi e la realizzazione di un risk assessment multirischio condotto sul territorio del comune di Forlì.

    Il risk assessment multirischio è un sistema di analisi dei rischi che mette a confronto su un’unica matrice diversi tipi di pericolo, consentendo di avere un quadro complessivo dei rischi a cui un territorio è soggetto, definendoli in termini di probabilità e impatto. Esso prevede tre fasi: identificazione dei pericoli – analisi dei rischi – valutazione dei rischi con l’obiettivo di pervenire ad un piano di gestione multirischio che partendo dal ciclo di gestione dei disastri conduca ad un elenco di priorità ottenute anche grazie all’analisi costi-benefici. Questo processo prevede necessariamente il contributo di tutti gli enti e le strutture competenti nello studio e gestione dei rischi al fine di valutarne tutti gli aspetti.

Per informazioni: Provincia di Forlì-Cesena - Ufficio Progetti Europei:

Azioni sul documento
Pubblicato il 29/04/2016 14:40 — ultima modifica 29/04/2016 14:39

Agenzia di Protezione Civile Regione Emilia-Romagna- Cod fiscale 91278030373

Viale Silvani 6, 40122 Bologna - tel. +39 051 527 44 04 - fax +39 051 558 545

email: procivsegr@regione.emilia-romagna.it , ​procivsegr@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali