170 volontari reggiani in addestramento a Baiso e Correggio

Il primo luglio sul rischio idraulico a Correggio

22.06.2018

Preparazione all'esercitazione

Bologna, 22 giugno 2018 – Due domeniche estive di addestramenti per i volontari di protezione civile di Reggio Emilia che saranno impegnati il 24 giugno a Baiso nella simulazione di un incendio boschivo e il primo luglio a Correggio in prove di interventi d’emergenza su argini messi a rischio da una piena. I due appuntamenti coinvolgono in tutto circa 170 membri di associazioni di volontariato aderenti al Coordinamento provinciale di Reggio Emilia.  Entrambe le simulazioni si svolgono con la collaborazione di funzionari del Servizio Area Affluenti Po dell’Agenzia.

L’appuntamento di Baiso immagina un incendio nell’ambiente impervio dell’alto Appennino che i 70 volontari attivati dovranno fronteggiare movimentando grossi quantitativi di acqua, utilizzando le motopompe e le tecniche “tandem, serie e parallelo”. Sarà predisposto l’allestimento di una piazzola per l’elicottero adibito allo spegnimento e verranno testate le radiocomunicazioni. I volontari, attrezzati con tutti i dispositivi di autoprotezione indispensabili (elmo e sotto elmo, maschere antifumo, tuta e scarponi AIB) si misureranno con i rischi che derivano dall’utilizzo delle strumentazioni, comprese eventuali bruciature e colpi di calore.

A Correggio partecipano all’addestramento un centinaio di volontari: simuleranno un intervento sul rischio idraulico, sia in fase di prevenzione che di emergenza. Si eserciteranno nelle tecniche per insacchettare e posare i sacchi nelle coronelle e nei soprassogli, seguendo le regole fondamentali per il controllo degli argini durante le piene, con un occhio alla formazione dei fontanazzi. Si cimenteranno anche nella posa di teloni arginali. L’addestramento si svolge in aree attraversate dai canali di bonifica che caratterizzano il territorio di Correggio (come il cavo Naviglio, il Cavo Tresinaro e il Cavo Argine) e che in caso di piogge si allagano con relativa facilità, come successe nell’aprile 2013 quando sott’acqua andarono alcuni tratti stradali a Budrio, Canolo e Mandrio.

Azioni sul documento
Pubblicato il 22/06/2018 14:15 — ultima modifica 26/06/2018 14:53

Agenzia di Protezione Civile Regione Emilia-Romagna- Cod fiscale 91278030373

Viale Silvani 6, 40122 Bologna - tel. +39 051 527 44 04 - fax +39 051 558 545

email: procivsegr@regione.emilia-romagna.it , ​procivsegr@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali