venerdì,  21 dicembre 2018

Avviati gli interventi urgenti di protezione civile sulla costa ferrarese

I lavori riguardano le località balneari dei Lidi ferraresi danneggiati dal maltempo

Ferrara, 21 dicembre 2018 – Sono stati avviati a cura del Servizio Area Reno e Po di Volano dell’Agenzia regionale per la Lido di Volano – Bagno Spiaggia Romea erosione delle difese in pali e dell’argine di difesa dell’abitato.jpgsicurezza territoriale e la protezione civile – sede di Ferrara - i primi interventi urgenti per ripristinare le opere di difesa della costa ferrarese, gli argini invernali e le spiagge nei tratti critici, allo scopo di mettere in sicurezza gli abitati di Lido di Volano e Lido di Spina sud, in provincia di Ferrara.

I lavori, finanziati per un importo di 500 mila euro con ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile OCDPC n. 558/2018 e Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 190 del 14/12/2018, si sono resi necessari in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che hanno interessato il territorio della Regione Emilia-Romagna nel periodo dal 27 ottobre al 5 novembre 2018.

Tra il pomeriggio di lunedì 29 e la mattina di martedì 30 ottobre 2018 il litorale ferrarese è stato interessato da una forte mareggiata con moto ondoso di altezza fino a quasi 3 metri, eccezionale acqua alta fino a un metro e forte vento di Scirocco da sud/est di oltre settanta chilometri orari.

I danni sono stati rilevanti e distribuiti su tutto il litorale.

Si sono registrati danni come l’allagamento temporaneo delle banchine dei porti di Goro, Gorino e Porto Garibaldi, l’allagamento del faro di Goro, i danni ai pennelli in pali di legno sullo scanno, la Lido di Volano – a sud del Bagno Isa, avanzi del primo pennello in legno ed erosione dell’argine di difesa dell’abitato.jpgperdita quasi totale degli argini invernali a protezione degli stabilimenti balneari e la forte erosione della spiaggia. E poi ancora l’allagamento di 5 stabilimenti balneari, i danni al pontile del Lido di Volano, l’erosione totale in due tratti dell’argine di difesa degli abitati di Lido di Volano e Lido di Spina sud, i danni alle opere di difesa in pali e sacconi, il sifonamento del muro in cemento armato sul lato Estensi del Porto Canale e l’erosione in più punti dell’argine di separazione fra la valle Molino e il canale emissario Guagnino.

Tutti i fenomeni legati agli avversi eventi metereologici hanno anche portato al deposito sul litorale di grandi quantità di legname e rifiuti spiaggiati.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina