Frana di Capriglio (Pr). Entro settembre al via i lavori del cantiere per il consolidamento strutturale

Un investimento da 1 milione 200 mila euro

20.09.2018

Frana generica con segnaleticaBologna, 20 settembre 2018 - “Nessun ritardo sull’avvio del nuovo cantiere per il consolidamento della frana di Capriglio, a tutela del centro abitato. Partirà entro settembre, come previsto dalla tabella di marcia comunicata anche al Comune di Tizzano Val Parma. Piuttosto la preoccupazione è un’altra. Quale sarà il futuro del Piano da 140 milioni di euro per opere su frane, fiumi e costadefinito a inizio anno dalla Regione con la Struttura di Missione Italia Sicura? Prevedeva 1 milione di euro per il consolidamento strutturale nel capoluogo di Tizzano. Dopo la soppressione di Italia Sicura decisa a giugno dal governo, serve sbloccare le risorse al più presto. Non possiamo permetterci di perderle. Ne va della sicurezza delle nostre comunità”.

Lo dichiara Paola Gazzolo, assessore regionale alla Protezione civile, che è intervenuta per fare il punto sugli lavori di difesa del suolo previsti a Tizzano Val Parma.

Le opere al via, dal valore di 1 milione 200 mila euro, riguardano il posizionamento di pali in profondità, con tiranti in testa, per la stabilità del dissesto. A finanziarle, fondi statali diventati operativi nell’aprile 2017. La Regione ha dunque proceduto allo svolgimento delle indagini geognostiche indispensabili alla progettazione esecutiva. Quindi l’appalto del cantiere, con l’aggiudicazione provvisoria lo scorso 29 giugno.

Svolti i controlli di legalità e amministrativi richiesti dalla legge, il lavoro è stato affidato in via definitiva a imprese del territorio parmense.

A curare l’intervento, che inizierà la prossima settimana, è l’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile con il Servizio affluenti Po.

“Continua così un impegno che non si è mai interrotto, nel rispetto delle procedure previste dalle norme sugli appalti- conclude Gazzolo-. Dall’inizio del mandato del presidente Bonaccini, la Regione ha finora investito oltre 4 milioni 260 mila euro per la sicurezza del territorio di Tizzano e delle popolazioni che lo vivono”.

Azioni sul documento
Pubblicato il 20/09/2018 09:48 — ultima modifica 20/09/2018 09:48

Agenzia di Protezione Civile Regione Emilia-Romagna- Cod fiscale 91278030373

Viale Silvani 6, 40122 Bologna - tel. +39 051 527 44 04 - fax +39 051 558 545

email: procivsegr@regione.emilia-romagna.it , ​procivsegr@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali