La frana di Pergalla (PC) in un articolo della rivista “Landslides”

Il lavoro di UniMORE e del Servizio Area Affluenti Po sulla frana di Pergalla in articolo uscito sulla prestigiosa rivista internazionale

Il Servizio Area Affluenti Po ha recentemente collaborato alla redazione di un articolo relativo alla frana di Pergalla, nell’Appennino Piacentino, ora pubblicato sulla rivista “Landslides”, Journal of the International Consortium on Landslides . 

Il funzionario geologo Giovanni Truffelli, in collaborazione con docenti e ricercatori del Dipartimento  di Scienze Chimiche e Geologiche  dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, M. Mulas, G. Ciccarese, F. Ronchetti, A. Corsini,  ha curato la pubblicazione dal titolo “Slope dynamics and streambed uplift during the Pergalla landslide reactivation in March 2016 and discussion of concurrent causes - Northern Apennines, Italy (“Dinamica di versante e sollevamento dell’alveo durante la riattivazione della frana di Pergalla nel marzo 2016 e discussione sulle cause concomitanti”). Il testo descrive gli interventi attuati dal Servizio Area Affluenti Po, a seguito della riattivazione della frana di Pergalla avvenuta il 28 marzo 2016, che rappresentava una grave minaccia per torrente Nure e, di conseguenza, per l’abitato di Bettola, nel Piacentino.

Sono stati eseguiti con urgenza lavori nell’alveo del torrente Nure, per garantire il corretto deflusso dell’acqua e sul corpo di frana, per ripristinare il reticolo idrografico superficiale, al fine di evitare che le acque meteoriche andassero ad incidere sull’attività della frana.

Sono state eseguite indagini geognostiche finalizzate anche al monitoraggio del fenomeno franoso per ricostruire la struttura e le caratteristiche del movimento.

Il monitoraggio con stazione totale robotizzata in postazione fissa e il monitoraggio inclinometrico proseguono tutt’ora, ed hanno consentito di individuare il piano di scivolamento alla quota di -35 m da p.c. ad una profondità di circa 15 m al di sotto dell’alveo del torrente e di determinare le dinamiche superficiali. I movimenti superficiali mostrano ancora locali spostamenti dell’ordine di 5 cm/mese, oggetto di monitoraggio continuo.

L’articolo “Slope dynamics and streambed uplift during the Pergalla landslide reactivation in March 2016 and discussion of concurrent causes - Northern Apennines, Italy” (G. Truffelli, M. Mulas, G. Ciccarese, F. Ronchetti, A. Corsini) è  su : https://rdcu.be/207H

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 18/07/2018 09:10 — ultima modifica 18/07/2018 09:10

Agenzia di Protezione Civile Regione Emilia-Romagna- Cod fiscale 91278030373

Viale Silvani 6, 40122 Bologna - tel. +39 051 527 44 04 - fax +39 051 558 545

email: procivsegr@regione.emilia-romagna.it , ​procivsegr@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali