Messa in sicurezza del fiume Savio a Cesena

Lavori al via in questi giorni, a cura del Servizio Area Romagna, per un importo di 64.500 euro

Cesena, 3 dicembre 2018 - I lavori consistono principalmente nel taglio selettivo degli alberi cresciuti spontaneamente nell’alveo del fiume, al fine di liberarlo e prevenire così i rischi connessi all’arrivo di eventuali piene.

Nella prima fase i lavori si concentreranno nel tratto compreso fra il ponte Vecchio e il ponte Nuovo, cioè i due ponti storici della città di Cesena: qui si prevede di tagliare il 50% circa della vegetazione esistente, con priorità per le piante più vecchie, quelle in cattivo stato o che si trovano in una posizione a rischio crollo. lavori Savio a Cesena 2Saranno invece mantenute le piante più giovani, sane e flessibili alla corrente fluviale.

Toccherà poi al tratto compreso fra il ponte Nuovo e il ponte Europa Unita, dove è previsto il taglio selettivo del 70% circa degli alberi cresciuti nell’alveo e sulle scarpate. Saranno inoltre ripristinate le scarpate in erosione e verrà rimodellato l’alveo, eliminando i depositi che restringono la sezione idraulica. In questa zona l’intervento è necessario anche per consentire l’efficace funzionamento dell’idrovora, installata dal Comune di Cesena per preservare l’area Ippodromo dal rischio allagamenti in caso di piogge forti.

A seguire, i lavori si sposteranno nel tratto dal ponte Europa alla passerella ciclopedonale, dove è previsto il taglio totale degli alberi in alveo e sulle scarpate, con la riprofilatura di queste ultime e delle golene in erosione. lavori Savio a Cesena 3In questo tratto, la vegetazione arborea presente è di età matura (20 anni circa) ed è costituita prevalentemente da pioppi, salici e robinie a rischio crollo, con grave danno per il ponte ferroviario che si trova a breve distanza più a valle e sulle cui pile potrebbero andare a incastrarsi i tronchi trascinati dall’acqua.

L’intervento più consistente di messa in sicurezza del fiume Savio dentro l’abitato di Cesena, è però quello che Rete Ferroviaria Italiana è in procinto di iniziare a monte e valle del ponte ferroviario, per aumentare la sezione idraulica mediante il taglio a raso della vegetazione cresciuta spontaneamente sulla golena in destra, con lo scavo e l’allontanamento dei sedimenti terrosi che occludono quasi completamente due luci del ponte.

Azioni sul documento
Pubblicato il 03/12/2018 13:05 — ultima modifica 05/12/2018 13:06
< archiviato sotto: , , , >

Agenzia di Protezione Civile Regione Emilia-Romagna- Cod fiscale 91278030373

Viale Silvani 6, 40122 Bologna - tel. +39 051 527 44 04 - fax +39 051 558 545

email: procivsegr@regione.emilia-romagna.it , ​procivsegr@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali