martedì,  18 dicembre 2018

Savignano (FC): conclusi i lavori sugli argini del Rubicone

Sanate le frane e rinforzate le sponde nei punti critici

Cesena, 17 dicembre 2018 - Sono terminati nelle settimane scorse i lavori per la messa in sicurezza degli argini del fiume Rubicone, a Savignano (FC), a cura del Servizio Area Romagna dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile.Savignano_Capanni

Si è trattato di otto stralci di intervento per ripristinare gli argini danneggiati, consolidando strutturalmente entrambe le sponde.

I lavori, per un importo di circa 100 mila euro, sono durati 4 mesi e hanno riguardato, oltre al capoluogo, le frazioni di Capanni e Fiumicino. Oltre a sanare le criticità esistenti, hanno permesso un’importante attività di prevenzione di futuri rischi idrogeologici.

In particolare, a Capanni gli interventi si sono concentrati sull'argine destro, con la sistemazione di alcune frane che avevano portato al cedimento della sponda in più punti. Sono così state realizzate due scogliere di massi ex novo, da 23 e 30 metri lineari, ripristinando anche una terza massicciata già esistente.
Risalendo il corso del fiume, si è poi intervenuti a valle di Fiumicino, sempre sul lato destro, con sistemazione dell’argine e nuova parete di sassi da 32 metri. Poco più a monte anche l’argine sinistro è stato oggetto di riconsolidamento, con una scogliera lunga 67 metri.

Più ravvicinate tra loro le tre operazioni nell’abitato di Fiumicino: un doppio intervento sull’argine ha permesso di scongiurare il rischio di ulteriori cedimenti con una palificata di 22 metri lineari. In questi punti è stato necessario intervenire anche con un rimodellamento dell’alveo per oltre 200 metri. Contestualmente, si è intervenuti anche con una radicale pulizia dell’alveo nel tratto canalizzato del Rubicone, in pieno centro abitato della frazione.Savignano_Seven

Due, infine, i tratti interessati a Savignano capoluogo: dalla ferrovia alla via Emilia i tecnici sono intervenuti regolarizzando tutte le scarpate sulla sponda sinistra, mentre in prossimità del centro sportivo “Seven” una nuova scogliera da 22 metri lineari ha permesso di mettere in sicurezza l’argine sinistro, rovinosamente franato a inizio anno.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina