martedì,  8 ottobre 2019

Esercitazione Costa: la risposta del sistema di protezione civile regionale

Due giorni in cui i territori di Comacchio, Cervia, Cesenatico e Riccione si sono esercitati nell’ambito del progetto europeo I-Storms

Ferrara - Il 20 e 21 settembre scorsi, sull’intera costa emiliano-romagnola, si è svolta una I-Storm Ferrara bisesercitazione denominata “Costa 2019”, che ha visto il coinvolgimento dei territori di Comacchio, Cervia, Cesenatico e Riccione.

Lo scopo di questa esercitazione è migliorare la capacità di risposta del sistema di protezione civile regionale quando ci troviamo di fronte ad eventi di mareggiata concomitanti a piene fluviali.

L’esercitazione di settembre si è inserita nel contesto più ampio del progetto europeo I-Storms, che tra i molteplici obiettivi ha quello di testare il sistema regionale di allertamento per il rischio meteo idrogeologico, idraulico e costiero.

Lo scenario preso a rifermento è quello dell’evento realmente occorso nelle giornate del 5 e 6 febbraio 2015, che ha provocato ingenti danni sull’intero territorio regionale.

Nel ferrarese sono state simulate attività nei comuni di Comacchio e Codigoro, con il coinvolgimento del Sindaco di Comacchio, Marco Fabbri, tutto l’ufficio di protezione civile del comune stesso, 16 tecnici del Servizio Area Reno e Po di Volano dell’Agenzia regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile e 31 volontari di protezione civile appartenenti al CAVPCFE, tra cui l’associazione locale Trepponti del Comune di Comacchio.

In particolare, si sono svolti sopralluoghi formativi per il volontariato e attività di monitoraggio presso i punti critici di ingressione marina, individuati come tali in un evento di rischio idraulico e costiero con codice colore Arancione, che hanno coinvolto tutta la zona della costa ferrarese partendo dal Lido di Volano fino alla zona più a sud di Lido di Spina.

Inoltre, i tecnici del Servizio Area Reno e Po di Volano, con il supporto dei volontari, hanno innalzato le difese mobili dell’abitato di Codigoro.

Le giornate si sono concluse con un de-briefing in video conferenza con tutti i soggetti che hanno partecipato all’esercitazione sull’intero territorio regionale, nelle quali sono stati condivisi i punti di forza del sistema e le criticità da migliorare.

L’esercitazione, oltre ad essere stata un’occasione per testare i modelli d’intervento nei luoghi interessati, ha dato buoni spunti per migliorare la capacità di allertamento ed intervento nell’ambito della gestione del rischio costiero ed idraulico. In ultimo, ha rappresentato un importante momento di condivisione di idee per l’aggiornamento del piano comunale di protezione civile del Comune di Comacchio, che è attualmente al vaglio per l’approvazione finale.

Questa esercitazione è stata l’ennesima conferma dell’ottima sinergia esistente tra le istituzioni e i volontari di protezione civile, ai quali è rivolto un ringraziamento per la partecipazione attiva, per il supporto e per l’ottimo risultato conseguito.

Per maggiori informazioni

Progetto I-Storms

https://istorms.adrioninterreg.eu/

Approfondimenti

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina