giovedì,  3 ottobre 2019

In via di conclusione altri lavori nel bacino del basso Nure nel Piacentino, finanziati dal Piano Proteggi Italia

Attuato dal Servizio Area Affluenti Po, per l’importo di 180mila euro

Bologna - Oltre a quelli recentemente conclusi a Farini, sono in fase di ultimazione altri lavori finanziati dal Basso_Nure_2decreto Proteggi Italia, nel bacino del basso Nure.

Si tratta di un intervento dell'importo di 180mila euro finalizzato al ripristino di opere idrauliche danneggiate e di pulizia dell'alveo del torrente  Nure e dei suoi affluenti e dei rii minori, a partire dal ponte di Biana verso valle, nei tratti ricadenti nei Comuni di Pontedell'Olio,  Vigolzone,  S.Giorgio Piacentino, Podenzano, Pontenure, e Piacenza, interessati sia dalla piena catastrofica del 2015 e dai più recenti eventi di piena del 2018.

L’ intervento è infatti finalizzato alla mitigazione del dissesto idrogeologico e per la messa in sicurezza Basso Nure_1del territori in seguito agli eventi metereologici avvenuti negli anni 2017 e 2018, inseriti nelle ordinanze del Capo dipartimento della  Protezione civile n. 503 del 2018 e 533 del 2018.

I lavori hanno preso avvio nel mese di giugno e consistono principalmente nella riparazione di opere idrauliche esistenti danneggiate (repellenti in gabbioni), nella risagomatura dell’alveo e nel taglio di vegetazione di ostacolo al deflusso delle acque.

I principali punti di intervento sono i seguenti:

  • In località Borghetto in Comune di Piacenza ed in Comune di Pontenure, sono stati eseguiti interventi di rimozione della vegetazione di ostacolo al deflusso delle acque e raccolta di materiali inquinanti.
  • A valle del ponte di Biana in Comune di Pontedell'Olio: sono state realizzate e nuove opere di difesa idraulica, quali la realizzazione  di un nuovo repellente in gabbioni.
  • In località Molino Croce sono state eseguite opere di ripristino di repellenti in gabbioni.

La progettazione e la direzione lavori  sono state eseguite dai funzionari tecnici della sede di Piacenza del Servizio Area Affluenti Po: i geometri Stefano Agosti, Elisabetta Bergonti, Camilla Frassinetti e Michele Rizzitiello.

Bacino_Nure_3L’impresa esecutrice è la Ditta Navati Stefano con sede a Borgonovo Val Tidone (Pc).

Il lavoro fa parte dell'insieme complessivo degli otto lavori appaltati a Piacenza dal Servizio Area Affluenti Po in attuazione del Piano Proteggi Italia, per un importo totale di un milione 700mila euro.

La tempestività delle fasi di progettazione, affidamento e contrattualizzazione ed esecuzione dei lavori è risultata fondamentale per raggiungere l’obiettivo di concludere i lavori nei tempi previsti, poche settimane dopo la scadenza del 1 settembre fissata dal Piano per il semplice avvio degli interventi.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina