lunedì,  7 ottobre 2019

Meteo e clima Emilia-Romagna, intense anomalie estive

L’estate 2019 non è stata eccezionale, ma nemmeno nella norma. Osservato un aumento significativo delle temperature. Memorabili le grandinate del 22 giugno

Bologna - L’estate 2019 verrà ricordata perché per la prima volta le temperature dell’Europa nuvole con cielo sereno.jpgcentrale hanno superato abbondantemente i 40 °C in varie località, inclusa Parigi. Nonostante in Emilia-Romagna le onde di calore siano state meno estreme, e soprattutto meno inattese – non si sono raggiunti ad esempio i valori osservati nel 2017 – la temperatura media regionale estiva si è assestata sul quarto valore della serie (dopo il 2003, il 2012 e il 2017) e a pari merito con il 2015. Anomalie termiche quindi di tutto rispetto, che si sono manifestate attraverso una serie di onde di calore ripetute di lunghezza non eccezionale. Memorabili le grandinate del 22 giugno.

Sono alcuni dei dati che emergono dalle analisi realizzate da Arpae. È stata quindi un’estate non eccezionale, ma non nella norma e, purtroppo, dalle caratteristiche in linea con le tendenze osservate nel corso degli ultimi 65 anni.

In particolare nella nostra regione, come in gran parte dell’Italia, si osserva un aumento significativo delle temperature, sia in termini di valori medi che di valori estremi, particolarmente accentuato nella stagione estiva, soprattutto nei valori massimi giornalieri. A questo, sempre in estate, si somma una tendenza al calo delle precipitazioni totali conseguenza di un significativo calo nel numero di giorni piovosi e, nella nostra regione in particolare, un calo generale dei quantitativi giornalieri e un allungamento dei periodi continuativi senza pioggia. Il calo delle precipitazioni rende gli strati superficiali del terreno più secchi e favorisce l’amplificazione delle anomalie di temperatura massima, poiché l’energia superficiale si trasferisce sempre più in atmosfera sotto forma di calore sensibile, con conseguente aumento delle temperature, e sempre meno sotto forma di calore latente, con conseguente riduzione dell’effetto mitigante dell’evaporazione.

((Fonte: E-R Ambiente))

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/10/07 11:20:09 GMT+2 ultima modifica 2019-10-07T11:20:09+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina