mercoledì,  24 luglio 2019

Sul fiume Montone si “rastrella” la plastica

Idea dei tecnici del Servizio Area Romagna per evitare che si riversi in mare

Forlì – Il problema della plastica nell’ambiente, che poi finisce al mare, è all’ordine del giorno. Spesso arriva dai fiumi, che la “raccolgono” nel territorio, dove purtroppo si disperde.Pulizia alveo escavatore

Nel rimuovere vere e proprie “isole galleggianti” di tronchi, trasportate dalle recenti piene del fiume Montone nel territorio forlivese e faentino, i tecnici del Servizio Area Romagna dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile si sono “inventati” una “buona pratica”, un modo efficace per separare la plastica, presente in grande quantità, impedendole di finire al mare. Pulizia alveo rastrelloCon un attrezzo realizzato in officina, un grande rastrello lungo circa 5 metri fissato all’escavatore, è stata “rastrellata” la superficie del fiume, su cui galleggiavano, tra l’altro, centinaia di bottigliette.

Pulizia alveo fiume

Un’enorme quantità di plastica è stata così separata, raccolta in grandi sacchi e conferita all’Isola ecologica di Forlì.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina