venerdì,  27 settembre 2019

Ultimati lavori di regimazione idraulica del Nure a Farini (Pc), finanziati dal Piano Proteggi Italia

Attuato dal Servizio Area Affluenti Po il ripristino della funzionalità idraulica della briglia a valle del Municipio, per un importo di 220mila euro

Bologna - E’ terminato nei giorni scorsi il primo degli interventi attuati dal Servizio Farini_1.jpgArea Affluenti Po dell’Agenzia regionale per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile, finalizzati alla mitigazione del dissesto idrogeologico e per la messa in sicurezza del territorio in seguito agli eventi metereologici avvenuti negli anni 2017 e 2018, inseriti nelle ordinanze del capo dipartimento della  Protezione civile n. 503/2018  e 533/2018.

L’intervento, di importo pari a 220mila euro, è finalizzato al ripristino ed all'integrazione delle opere idrauliche danneggiate  ricomprese nel territorio del Comune di Farini, a valle del Ponte sulla Strada Provinciale 654 di Val Nure, lungo il corso del Torrente Nure interessato dalla piena catastrofica del 2015 e dai recenti eventi di piena.

I lavori realizzati a Farini, a partire dal luglio scorso, consistono  Farini_2principalmente nella realizzazione di  opere di manutenzione della briglia in cemento armato. E’ stata eseguita la sostituzione del manufatto esistente (controbriglia) ormai irreparabilmente danneggiata, con una rampa in pietrame cementato completa di scala di risalita dei pesci. L’opera è stata realizzata sull’intera larghezza della briglia, circa 40 metri, per uno sviluppo longitudinale di circa 20 metri a valle della briglia stessa, con sensibile beneficio anche in termini di rinaturalizzazione del corso d’acqua..

La progettazione e la direzione lavori  sono state eseguite dai funzionari tecnici della sede di Piacenza del Servizio Area affluenti Po, l'ingegnere Gianluca Rossi e l'architetto Pierluigi Bianchini.

L’impresa esecutrice è la Ditta Silva Lino con sede a Bettola (Pc).

farini_3 Sul Nure, ancora in corrispondenza del capoluogo di Farini, il Servizio ha ora attivato un ulteriore intervento, facente parte del complessivo insieme di otto lavori appaltati a Piacenza dal Servizio Area Affluenti Po, per un importo totale di un milione 700mila euro.

I Comuni interessati dai lavori del Piacentino sono Cadeo, S.Giorgio, Carpaneto, Alseno, Gropparello, Lugagnano, Coli, Corte Brugnatella, Farini  Piacenza, Pontenure, Podenzano  Vigolzone, Pianello Val Tidone e Travo.

La tempestività delle fasi di progettazione, affidamento e contrattualizzazione ed esecuzione dei lavori è risultata fondamentale per raggiungere l’obiettivo di concludere i lavori nel mese di settembre, poche settimane dopo la scadenza del 1 settembre fissata dal Piano per il semplice avvio degli interventi.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina