giovedì,  16 aprile 2020

In funzione il centro di quarantena di San Polo a Podenzano (Pc) con il contributo dell’Agenzia e del volontariato

Nella base militare completato l’allestimento logistico, con la forte collaborazione del volontariato piacentino

Piacenza - I collaboratori dell’Agenzia regionale di  protezione civile, Servizio Area Affluenti Po, ed i volontari hanno lavorato assiduamente nelle scorse settimane all’allestimento dell’ospedale Podenzano_1
militare a San Polo di Podenzano
, nel Piacentino. Gli  alloggi militari di San Polo,
nell’area logistica dell’aeronautica di San Damiano, erano stati individuati quale soluzione favorevole all’isolamento post-ricovero dei pazienti affetti dal virus Covid-19.

Il giorno 8 aprile si è svolto un  sopralluogo dell’Agenzia di Protezione civile regionale con i rappresentanti delle varie istituzioni per una verifica finale delle capacità ricettive e della conformità alle norme vigenti in materia edilizia. All’incontro erano presenti  il Prefetto di Piacenza Maurizio Falco, il comandante del Polo di Mantenimento pesante Nord Piacenza generale Sergio Santamaria, il comandante della Base aeronautica di San Damiano il colonnello Francesco Rossi, il direttore generale dell’AUSL di Piacenza Luca Baldino, il presidente del Volontariato piacentino Leonardo Dentoni ed il volontario Guidotti, della CRI Piacentina. Nella giornata successiva, accompagnata da un funzionario del Servizio Area Affluenti Po, sede di Piacenza, ha fatto visita al centro anche l’assessore regionale alla Protezione civile Irene Priolo, insieme al Prefetto.

Podenzano_2Gli edifici sono stati dichiarati immediatamente fruibili  ed è stato dato il via libero definitivo all’apertura di questa  struttura militare a fini sanitari. L’Agenzia regionale di protezione civile ha fortemente contribuito, con i suoi funzionari e con i volontari, all’avvio della struttura con la fornitura e l’installazione  di materiali finalizzati all’allestimento degli spazi esterni, di presidi medici avanzati, bagni, spogliatoi e altre strutture esterne, con funzione di servizi per gli operatori sanitari, che entreranno in contatto con le persone ricoverate nella base militare.

I numerosi volontari del Coordinamento del volontariato piacentino hanno lavorato fortemente in pochissimi giorni per rendere attiva  questa struttura. Hanno provveduto all’allestimento esterno alle Podenzano_3palazzine militari Aquila e Falco di tutto ciò che necessita per la gestione da parte dell’AUSL di Piacenza. Hanno eseguito l’installazione di tende pneumatiche, container ISO 10 e ISO20, passerelle per l’accesso all’interno degli edifici, gruppi elettrogeni, termosifoni, vari materiali elettrici, automezzi. Le tende sono utilizzate per funzioni di segreteria, per la gestione dei pazienti in arrivo, per funzioni di vestizioni del personale sanitario, mentre i container ISO 10 e ISO 20 sono adibiti per servizi igienici e docce. Le opere sono completate con l’installazione di un gruppo elettrogeno da parte dei volontari, come nell’ospedale campale realizzato a Piacenza.

L’allestimento, grazie alla celerità dell’operato dell’Agenzia e dei volontari Piacentini, ha permesso la partenza di questa struttura già da oggi. Faranno il loro ingresso i primi cinque pazienti in via di guarigione dal virus Covid-19, che non necessitano più del ricovero in reparto ma devono sottoporsi a un periodo di isolamento. Altri sei arriveranno domani e per il fine settimana è previsto l’arrivo di 15 pazienti.

Grazie alla sintonia fra i vari livelli di governance del territorio si è riusciti in tempi molto veloci ad aprire questa importante struttura, quale centro di quarantena, finalizzata  ad alleggerire il carico ospedaliero piacentino in questo periodo di forte emergenza.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina