mercoledì,  6 maggio 2020

Lavori di somma urgenza sui torrenti Quaderna e Gaiana

Conclusi i lavori di ripristino nel tratto compreso tra la Strada Provinciale San Vitale di Budrio (BO) e il ponte di Via Massarolo di Medicina (BO)

Bologna - La località oggetto di intervento è ben nota, poiché tutta la zona in cui si è operato è stata interessata dall’emergenza dello scorso novembre, quando il torrente Quaderna ha rotto l’argine Quaderna 1in sinistra idraulica in due zone ben distinte, a monte e a valle della Trasversale di Pianura, e precisamente al confine tra il comune di Medicina (BO) e quello di Budrio (BO).

Un evento che aveva evidenziato anche un notevole dissesto di semi-collasso strutturale per circa 200 metri in sinistra idraulica a monte della rotta e a distanza di giorni altre criticità localizzate in destra idraulica, nel frattempo sopraggiunte a seguito di ulteriori importanti precipitazioni, dove sono stati riscontrati sormonti e fuoriuscite idriche nelle campagne adiacenti.

Gli interventi - eseguiti dalla Società S.E.M. di Forlì sotto la direzione tecnica del Servizio Area Reno e Po di Volano dell’Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile - sono iniziati lo stesso giorno dell’emergenza, ovvero il 17 novembre del 2019, con la fornitura e posa in opera di pietrame ciclopico e di materiale terroso necessario a chiudere le rotte arginali, per poi proseguire con un’importante lavorazione conclusa il 14 aprile scorso.

Quaderna 2Vediamo nel dettaglio le varie fasi di intervento che hanno impegnato l’Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile con un importo complessivo di 350 mila euro. Dopo l’intervento iniziale di chiusura delle rotte, si è passati a demolire e ricostruire i tratti arginali collassati e semi collassati, oltre a rialzare e rafforzare, in diversi punti, gli argini, la cui quota sommitale rilevata dimostrava l’inadeguatezza delle strutture a contenere eventuali piene rilevanti.

Si è poi provveduto al ripristino di tutti i danni prodotti dalle rotte: i percorsi adiacenti il Canale Emiliano Romagnolo (si tratta di una strada di servizio lunga circa 2 chilometri) utilizzati per raggiungere il torrente Quaderna dalla strada comunale di Via San Salvatore, che si era gravemente danneggiata con il transito continuo di autocarri pesanti intervenuti durante i primi lavori di messa in sicurezza; il ripristino della strada bianca vicinale che costeggia il torrente Quaderna in sinistra idraulica e precisamente a monte della trasversale di pianura, anch’essa danneggiata dall’esondazione e dai mezzi di primo intervento, e il ripristino della voragine in sinistra idraulica nel torrente Gaiana (per fortuna senza esondazione) segnalata dall’Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Medicina.

Si è inoltre reso necessario intervenire anche per la manutenzione della vegetazione forestale Quaderna 3altamente invasiva presente lungo gli argini nell’area compresa tra il CER e il ponte di Via Massarolo dei torrenti Quaderna - Gaiana, fatte salvo alcune piante nelle basse sponde oggetto di importanti nidificazioni da parte dell’avifauna.

L’intervento ha permesso di creare alcune rampe di accesso alle sommità arginali, chiudere numerose tane e cunicoli scavati dagli animali fossori e sistemare le sommità arginali, in particolar modo sul torrente Gaiana, dove si sono rilevate situazioni instabili tali da impedire, anche a vegetazione arborea tagliata, il transito degli automezzi utilizzati per la sorveglianza idraulica.

Un particolare ringraziamento è rivolto al gruppo di Volontari della Protezione Civile dell’area Medicinese che, in collaborazione con una squadra aggiuntiva regionale, si sono tempestivamente attivati durante l’emergenza, fornendo personale e indicazioni utili per le prime operazioni di messa in sicurezza del torrente Quaderna.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina