giovedì,  13 giugno 2019

Sisma Emilia 2012, riaperti i termini per le candidature di benemerenza

Prorogata al 31 luglio la scadenza per presentare le richieste riferite all’attività svolta durante l’emergenza. E' possibile candidarsi anche per altre emergenze segnalate dal Dipartimento

Bologna – Il Dipartimento nazionale della Protezione civile ha riaperto i termini per presentare le benemerenze.jpgdomande di candidatura di benemerenza relative all’attività meritoria svolta da volontari e dipendenti regionali durante l’emergenza sisma 2012. La scadenza è fissata al 31 luglio 2019.

Considerati i tempi tecnici per la ricezione delle domande e il loro invio al Dipartimento, l’Agenzia regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile raccoglie fino al 25 luglio le richieste di benemerenza per i dipendenti della Regione, i volontari e le organizzazioni di volontariato dell’Emilia-Romagna che si sono distinti nel loro operato durante l’emergenza Sisma Emilia 2012. L'Agenzia non garantisce l’invio al Dipartimento nazionale delle candidature pervenute oltre il giorno indicato.

Per quanto riguarda i requisiti, il Dipartimento sottolinea che la sola partecipazione, anche se della durata prevista dalla normativa sulle benemerenze, non è sufficiente per poter richiedere l’assegnazione del riconoscimento. E’ fondamentale e imprescindibile, insieme agli altri requisiti, che risultino evidenti il particolare merito dell’attività svolta, le singolari doti di altruismo ed abnegazione e le significative capacità propositive e gestionali del candidato.
Le attestazioni da presentare a cura dell’interessato – dichiarazione del legale rappresentante dell’associazione per i volontari o del dirigente responsabile per i collaboratori regionali - dovranno comprovare dettagliatamente queste caratteristiche. L’assenza del requisito di meritorietà comporta il respingimento della candidatura da parte del vertice segnalante.

Accanto alla riapertura dei termini per le domande relative al Sisma Emilia 2012, gli altri eventi di rilievo regionale per i quali è possibile candidarsi sono il maltempo dei mesi di giugno, luglio e agosto 2017 nel territorio delle province di Ferrara, Ravenna e Forlì-Cesena (scadenza: 9 settembre 2019), gli eventi meteo verificatesi tra l'8 e il 12 dicembre 2017 nelle province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna e Forlì-Cesena (scadenza: 27 settembre 2019) ed il sisma in Centro Italia (scadenza: 31 marzo 2020).

L’Agenzia regionale è l’”organismo proponente” che provvede a raccogliere formalmente le candidature. Dopo una verifica di completezza della documentazione sottopone le richieste ammissibili al Dipartimento che, attraverso un’apposita commissione, valuta la sussistenza dei requisiti e quindi l’eventuale conferimento dell’onorificenza. 

Le benemerenze possono essere conferite a titolo collettivo (ente, istituzione, associazione di volontariato), individuale e alla memoria. Tra i requisiti della candidatura individuale, oltre all’effettiva meritorietà dell’attività svolta, sono fondamentali l’anzianità di servizio per un’associazione di almeno cinque anni e la permanenza sul luogo dell’emergenza di almeno 15 giorni.

L’attestazione di pubblica benemerenza è un riconoscimento che può essere conferito a persone, amministrazioni, enti, istituzioni o organizzazioni del Sistema Nazionale di Protezione Civile che abbiano dimostrato di aver partecipato con merito ad operazioni di protezione civile contribuendo, con la propria attività, ad elevare l’immagine del Sistema Nazionale, dando prova di significative capacità propositive e gestionali o singolari doti di altruismo e abnegazione.

Tutte le informazioni sui requisiti per fare domanda, la modulistica, approfondimenti e normativa e scadenze si trovano nella sezione Volontariato-Benemerenze del portale dell’Agenzia regionale. Online anche una nuova sezione FAQ dedicata alle richieste più frequenti.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/06/13 10:20:00 GMT+2 ultima modifica 2019-06-13T15:11:06+02:00
Hanno contribuito: Fabio Reami, Michele Roveroni, Gianluca Paggi

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina