Allertamento, dal 2 maggio in vigore le nuove procedure

Al via il codice colore per indicare la gravità del rischio piene, frane, temporali e altri fenomeni meteo

09.05.2017

Logo sitoAllerta meteoBologna, 1 maggio 2017 - Da martedì 2 maggio in Emilia-Romagna si comincerà ad utilizzare il codice colore (Verde, Giallo, Arancione e Rosso) per indicare i livelli di criticità legati a tutti i rischi oggetto di allertamento: idraulico (piene e allagamenti), idrogeologico (frane e temporali) e quelli dovuti agli altri fenomeni meteo: mareggiate, stato del mare al largo, vento, temperature estreme (gelo e ondate di calore), neve, ghiaccio e gelicidio. Il codice colore verrà utilizzato nel documento unico che sarà predisposto quotidianamente da Arpae Servizio Idro Meteo Clima e dall’Agenzia per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile della Regione; vi collaborano anche il Servizio geologico sismico e dei suoli (per le valutazioni sugli effetti che il maltempo può avere sui dissesti) e i Carabinieri forestali (per il monitoraggio del rischio valanghe).

Un unico documento più snello fotografa tutti i rischi, a colori. L’emissione della sola Allerta meteo idrogeologica idraulica nel caso di previsione di un fenomeno con impatto almeno da codice Giallo in qualche porzione del territorio regionale o del Bollettino di vigilanza (se per tutta l’Emilia-Romagna le previsioni del rischio corrispondono al colore Verde) costituisce una semplificazione rispetto ai vari documenti tecnici emessi dalle strutture coinvolte nell’allertamento.

Non solo rischio idraulico, idrogeologico e da temporali. Le nuove procedure di allertamento della Regione E-R recepiscono le corrispondenze tra codice colore e scenari d’evento con i possibili effetti sul territorio contenute nelle “Indicazioni per l’omogeneizzazione dei messaggi di allertamento e fasi operative per rischio meteo-idrogeologico e idraulico”, approvate a febbraio 2016 dal Dipartimento nazionale della Protezione civile. E vanno oltre: estendono il campo ad una gamma di rischi naturali più articolata e tarano scenari e misure sulle specificità del territorio emiliano-romagnolo, ad esempio la rilevanza dei reticoli di bonifica.

Dal 2 maggio diventa, inoltre, pienamente operativo, seppure in fase di sperimentazione, il portale Web Allerte della Regione Emilia-Romagna, lo spazio web unico e ufficiale a supporto del percorso di revisione delle procedure di allertamento. La piattaforma è all’indirizzo https://allertameteo.regione.emilia-romagna.it/.

Consentirà ad amministratori e cittadini di trovare in un solo luogo i documenti previsionali e di monitoraggio, consultare le mappe del rischio e i piani comunali di protezione civile, ma soprattutto avere sott’occhio gli scenari degli eventi meteo previsti, in ogni porzione del territorio, geolocalizzando su una mappa dell’Emilia-Romagna, in scala Verde, Gialla, Arancione e Rossa, i rischi attivi nella zona di proprio interesse e seguire l’evolvere dei fenomeni.

Il portale si propone come lo strumento operativo per allertare i Comuni. Per i cittadini è possibile iscriversi, indicando una o più località di interesse, sulla cui situazione potranno venire avvisati dai Comuni che decideranno di adottare questo sistema di comunicazione.

Per gestire la propria pagina web all'interno dell’applicazione Allerta Meteo Emilia-Romagna, i Comuni possono aderire alla convenzione aperta che permette loro di pubblicare autonomamente, sotto la propria responsabilità, contenuti riguardanti i loro territori, in un apposito spazio web comunale.

I Comuni potranno così disporre di un’area riservata nella quale si impegnano a pubblicare il piano di protezione civile comunale; possono rendere pubblici aggiornamenti attinenti all’allertamento nell'area delle loro “breaking news”; hanno la facoltà di inviare tramite posta elettronica avvisi o messaggi sull'allertamento ai recapiti degli utenti registrati che hanno selezionato il Comune tra i luoghi preferiti.

Azioni sul documento
Pubblicato il 09/05/2017 10:00 — ultima modifica 10/05/2017 15:58
< archiviato sotto: >

Agenzia di Protezione Civile Regione Emilia-Romagna- Cod fiscale 91278030373

Viale Silvani 6, 40122 Bologna - tel. +39 051 527 44 04 - fax +39 051 558 545

email: procivsegr@regione.emilia-romagna.it , ​procivsegr@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali