Tizzano val Parma: continua la messa in sicurezza del territorio

Dopo le frane del 2013: verifica con il Comune sull’avanzamento lavori nelle aree devastate dalle frane nel Tizzanese

I lavori di consolidamento degli abitati di Boschetto e Pietta nel Comune di Tizzano nel Parmense sono in fase di ultimazione. Si tratta di due tra le località più fortemente colpite dalle frane del 2013, in cui sono state eseguite in questi mesi importanti opere di consolidamento dal Servizio Area Affluenti Po, con fondi finanziati da Ordinanze di Protezione Civile ( OCDPC 83/2013 e 130/2014).

Nei giorni scorsi si è svolto un sopralluogo congiunto, da parte dell’ing. Francesco Capuano, Responsabile del Servizio Area Affluenti Po dell’Agenzia regionale di Protezione Civile, l’ing. Marco Giacopelli, Direttore dei lavori ed il geologo dott. Giovanni Truffelli ed il Sindaco di Tizzano dott. Amilcare Bodria, per verificare lo stato dei lavori, che sono iniziati tra i mesi di aprile e maggio di quest’anno, e che sono in fase di avanzata realizzazione.

Il primo sopralluogo si è svolto a Boschetto. In questa località, ad opera dell’impresa esecutrice Eredi Bernardo srl,  sono state realizzati interventi con paratie di pali in cemento armato di profondità variabile tra i 15 metri e i 18 metri, tirantati con cavi lunghi circa 35 metri che vanno ad ancorare nel terreno oltre la superficie di scorrimento della frana.

A Pietta, in cui si è svolto Il secondo sopralluogo, è invece in corso il secondo stralcio di riduzione  del rischio idrogeologico dell’abitato con il completamento delle opere strutturali a difesa dei fabbricati e delle strade comunali.

Con questo intervento in fase di ultimazione sarà completata l’opera consolidando il versante con pali tirantati del diametro di un metro, che arrivano ad una profondità di 20 metri e  con opere di drenaggio profondo. Impresa esecutrice è in questo caso il Consorzio Grandi Lavori scarl.

Ci sono inoltre importanti novità per gli interventi degli abitati di Capriglio e Pianestolla, altre località del  Tizzanese devastate da eventi franosi. Nel corso dell’incontro il Servizio  ha confermato che  sono attualmente in corso le indagini geognostiche ed i rilievi topografici, finalizzate alla redazione del progetto esecutivo. Grazie alle azioni promosse dalla Regione Emilia-Romagna, fin dal 2015, per ottenere i finanziamenti necessari all’esecuzione degli interventi previsti, è stato stanziato dal  Ministero dell’Ambiente, nella primavera 2017,  un finanziamento di un milione e 200 mila euro, nell’ambito della rimodulazione del Terzo Accordo di programma.

Il sindaco di Tizzano ha espresso soddisfazione per l’avanzamento delle attività.

Azioni sul documento
Pubblicato il 03/11/2017 14:40 — ultima modifica 03/11/2017 14:40

Agenzia di Protezione Civile Regione Emilia-Romagna- Cod fiscale 91278030373

Viale Silvani 6, 40122 Bologna - tel. +39 051 527 44 04 - fax +39 051 558 545

email: procivsegr@regione.emilia-romagna.it , ​procivsegr@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali