Reggio Emilia, tre cantieri contro le frane a Ventasso e Baiso

Fanno parte di un pacchetto di 22 interventi per oltre 4 milioni e mezzo di euro

26.10.2017

Frana nel reggiano - sopralluogo GazzoloBologna, 26 ottobre 2017 - Tre cantieri da un milione 400 mila euro per rendere l’Appennino reggiano sempre più sicuro. A Ventasso e Baiso partiranno i lavori per il consolidamento dei versanti di frana vicini agli abitati di Taviano a Ligonchio per 400 mila euro e a Montecagno di Ramiseto per altri 400 mila euro. A Baiso l’intervento riguarderà l'abitato di Cà dell'Esposto per 600 mila euro.

L’annuncio arriva da Paola Gazzolo, assessore regionale alla Difesa del suolo, intervenuta questa mattina a Baiso al convegno “Un sistema a difesa del nostro territorio. Frane e dissesti: gli interventi eseguiti, i prossimi obiettivi”, cui ha partecipato insieme ai sindaci dell’Appennino reggiano e al presidente della provincia di Reggio Emilia, Giammaria Manghi.

Gli interventi nel reggiano

I lavori rientrano in un pacchetto di 22 interventi per oltre 4 milioni e mezzo di euro per il territorio reggiano, che si vanno ad aggiungere ai quasi 16 milioni di euro già destinati dal 2015 ad oggi.

Entro l’anno verranno inoltre portati a termine i 6 cantieri per 270 mila euro condivisi nell’ambito del “Patto di Rii”, il percorso di partecipazione per la gestione del reticolo idrografico minore nei comuni di Albinea, Bibbiano, Quattro Castella e San Polo d'Enza.

Altre 10 opere di difesa del solo e sicurezza idraulica per circa mezzo milione di euro verranno poi attivati in 11 comuni recuperando i risparmi di spesa su lavori già chiusi. Interesseranno i territori di Baiso, Canossa, Carpineti, Castellarano, Quattro Castella, Reggio Emilia, Scandiano, Toano, Ventasso, Vezzano e Villa Minozzo.

1 milione e mezzo di risorse nazionali sarà utilizzato per il rinforzo delle arginature a Boretto.

A completare il quadro dei finanziamenti: i 2 cantieri da quasi 1 milione 100 mila euro del Piano Frane del Governo. Permetteranno, nel 2018, di ultimare la messa in sicurezza dell’abitato di Riva di Cavola a Toano (774 mila euro) e della località di Taviano a Ventasso (300 mila euro).

Il commento

“Rispondiamo così ad attese importanti, molto sentite dalle popolazioni locali: nelle prossime settimane si chiuderanno le procedure di appalto, quindi i cantieri potranno partire", ha affermato l’assessore Gazzolo, che poi ha fatto un sopralluogo lungo la strada provinciale 27 a Fontanelle di Baiso, dove si sono concluse le opere di messa in sicurezza. “Per questo territorio abbiamo stanziato complessivamente 5 milioni all’anno. Sono interventi necessari per rispondere alla sfida del cambiamento climatico che ci impone di reagire in modo sempre più rapido, efficace ed efficiente alle criticità del territorio. Siamo impegnati per farlo, insieme ai Comuni e a tutti gli enti competenti".

Azioni sul documento
Pubblicato il 26/10/2017 14:51 — ultima modifica 26/10/2017 14:51

Agenzia di Protezione Civile Regione Emilia-Romagna- Cod fiscale 91278030373

Viale Silvani 6, 40122 Bologna - tel. +39 051 527 44 04 - fax +39 051 558 545

email: procivsegr@regione.emilia-romagna.it , ​procivsegr@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali