Rischio sismico, esercitazione da codice rosso nel riminese

Sabato 20 maggio a Santarcangelo di Romagna. Saranno evacuate due scuole

17.05.2017

Bologna, 17 maggio 2017 - “Codice Rosso” per terremoto a largo della costa riminese. Non è un vero allarme né il titolo di un film d'azione, ma solo il nome dell’esercitazione di protezione civile sul rischio sismico che si svolgerà sabato 20 maggio a Santarcangelo di Romagna. La organizzano il Coordinamento delle associazioni di volontariato di Protezione civile di Rimini e l’Unione Comuni Valle del Marecchia per testare il Piano di emergenza intercomunale in un caso simile allo storico sisma dell’agosto 1916, con epicentro in mare e ripercussioni sull’entroterra, in particolare nell’area di Santarcangelo di Romagna.

Si simuleranno danni diffusi agli edifici e alle infrastrutture così ingenti da attivare subito il sistema locale di Protezione civile per coordinare le operazioni di soccorso e predisporre l’assistenza alla popolazione. Alcuni fabbricati saranno evacuati, tra cui due edifici scolastici (Scuola Elementare “Pascucci” e Scuola Media “Saffi”) e gli sfollati verranno fatti confluire nelle aree di raccolta previste.

L’esercitazione coinvolgerà quindi i cittadini in azioni reali, ma alcune procedure saranno invece soltanto simulate “per posti di comando”. Verrà messo in scena un unico terremoto, non seguito da sequenza sismica, per collaudare la reazione del sistema di protezione civile ad un evento senza preannuncio e quindi in assenza di uno stato di allerta preventivo. La simulazione dà anche la possibilità di addestrare e formare i volontari ed i tecnici comunali che in caso di emergenza diventano addetti della sala operativa del COI (Centro Operativo Intercomunale). E' un'occasione per mettere sotto osservazione l'efficacia dei sistemi di comunicazione utilizzati dalle strutture attivate.

Nell’esercitazione “Codice Rosso 2017” sono coinvolti: il Servizio Area Romagna dell'Agenzia per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile, l’Unione di Comuni Valle del Marecchia, i Vigili del Fuoco, l’Aeronautica militare 15° Stormo di Cervia, la CRI (Croce Rossa Italiana), il Coordinamento delle Associazioni di Volontariato di Protezione Civile di Rimini ed i volontari Valle del Marecchia. I mezzi mobilitati fanno parte della colonna mobile regionale: sono otto tende P88, due tende pneumatiche, un posto medico avanzato della Croce Rossa, un banco segreteria, una torre faro con generatore, un modulo cucina, un tendone mensa.

Azioni sul documento
Pubblicato il 17/05/2017 10:05 — ultima modifica 17/05/2017 10:05
< archiviato sotto: >

Agenzia di Protezione Civile Regione Emilia-Romagna- Cod fiscale 91278030373

Viale Silvani 6, 40122 Bologna - tel. +39 051 527 44 04 - fax +39 051 558 545

email: procivsegr@regione.emilia-romagna.it , ​procivsegr@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali