Anno 2010

Si chiude in marzo l'emergenza ambientale causata dallo sversamento di idrocarburi nel Lambro e nel Po, in estate scatta il piano organizzativo per la lotta agli incendi di bosco e terminano a Monzuno i lavori di messa in sicurezza del territorio colpito da una vasta frana
Anno 2010

intervento dei volontari su incendio di bosco

Gennaio - Terremoto ad Haiti. La Regione consegna al Dipartimento nazionale della protezione civile 50 tende della colonna mobile per il soccorso della popolazione colpita dal devastante sisma del 12 gennaio. 

Viene firmata la Convenzione tra Agenzia regionale di protezione civile e ATC Spa che  concorre alla gestione di situazioni di crisi o emergenza, mettendo a disposizione i propri mezzi di trasporto per il rapido trasferimento di un elevato numero di persone in caso di incidenti o disservizi gravi, nelle Province di Bologna, Ferrara, Modena, Ravenna e Forlì-Cesena

Marzo  - Danni maltempo. La Regione stanzia 2,5 milioni di euro per interventi urgenti di protezione civile nei 93 comuni colpiti nei giorni precedenti da una vasta ondata di maltempo che aveva causato diffusi dissesti idrogeologici nell’area montana della Regione, da Piacenza a Rimini.

Emergenza per lo sversamento di idrocarburi nel Lambro e nel Po.  La protezione civile regionale interviene con  attività di raccolta e smaltimento, al lavoro oltre 300 operatori tra Vigili del Fuoco, Esercito, Volontari di protezione civile, funzionari dell’Agenzia regionale di protezione civile, tecnici degli Enti Locali, di Aipo e dell’Autorità di Bacino, tecnici di Enìa. 

Giugno - Approvati  due importanti piani di interventi di protezione civile. Il primo stanzia  11 milioni di euro per  53 interventi di messa in sicurezza in 39 comuni delle Province di Piacenza, Parma e della costa, colpiti dalle eccezionali avversità atmosferiche dell’aprile 2009; il secondo assegna 29 milioni di euro del bilancio statale e regionale ai Comuni colpiti da dagli eccezionali eventi meteorologici del dicembre 2009 e gennaio 2010.

 “Reno 2010”. Due giorni di esercitazione per la protezione civile nelle province di Bologna, Ravenna e Ferrara, (18 e 19 giugno) con la simulazione dell’evacuazione di un campo solare e il recupero di sostanze inquinanti nel fiume Reno ad Alfonsine, il salvataggio di dispersi lungo il Reno e interventi di carattere idraulico a Cento.

Settembre - Frana di Vado. Terminano i lavori di messa in sicurezza del territorio di Vado, nel Comune di Monzuno (Bologna), colpito nel maggio scorso da un vasto movimento franoso. L’importante intervento di protezione civile ha permesso di mettere in sicurezza le abitazioni, far rientrate le persone evacuate e riaprire la strada provinciale 325 “Val di Setta” e i territori limitrofi

Incendi boschivi. Nel 2010 il migliore risultato negli ultimi dieci anni.  E’ quanto emerge dal bilancio della campagna anti incendi boschivi per la stagione estiva 2010 reso possibile dalla collaborazione tra Agenzia regionale di protezione civile, Vigili del fuoco, Corpo forestale dello Stato, volontariato di protezione civile ed enti locali.

Novembre - Approvato il nuovo regolamento regionale del Volontariato di protezione Civile. Tra le novità, l’istituzione dell’Elenco regionale, articolato in 9 sezioni provinciali ed una regionale, la definizione delle modalità di impiego e intervento del volontariato nelle attività di protezione civile, di attivazione della Colonna mobile del sistema regionale di protezione civile e i criteri per la concessione dei contributi.

Azioni sul documento
Pubblicato il 23/06/2014 18:25 — ultima modifica 13/10/2014 23:17

Agenzia di Protezione Civile Regione Emilia-Romagna- Cod fiscale 91278030373

Viale Silvani 6, 40122 Bologna - tel. +39 051 527 44 04 - fax +39 051 558 545

email: procivsegr@regione.emilia-romagna.it , ​procivsegr@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali