domenica,  17 novembre 2019

Aggiornamenti Maltempo. Piena del Fiume Reno attesa in serata nei Comuni di Cento e Pieve di Cento

Aperto il Cavo Napoleonico. Allertati i Sindaci dei Comuni lungo l’asta del fiume per l’attuazione dei piani di emergenza e l’assistenza alla popolazione. La situazione delle utenze disalimentate. Raccomandazioni ai cittadini.

Bologna - La piena del Reno è transitata nel primo pomeriggio a Bonconvento, frazione del  comune di Sala Bolognese, con un livello idrometrico registrato di 12,22 metri. E’ atteso l’arrivo  tra le ore  21 e le 24 di questa sera nei territori comunali di Cento e Pieve di Cento con una portata stimata superiore al livello 3 (fissato a 8, 63 m.).

La protezione civile regionale sta presidiano gli interventi in emergenza, in coordinamento con i Centri coordinamenti soccorsi delle Prefetture, ed in accordo con i Comuni, AIPO, Consorzi di Bonifica, sanità 118 , volontariato, vigili del Fuoco, Forze dell’Ordine.
Presso le Prefetture di Bologna e Ferrara si sono tenuti due incontri con i Sindaci delle aree interessate dalle Allerte emesse con Codice Colore Rosso. I tecnici del Servizio di Piena dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile hanno da poco attivato le manovre di apertura del Cavo napoleonico a Bondeno, per far defluire le acque in modo controllato.  Sono state messe in funzione anche le Casse di espansione di Boschetto e la Cassa lungo il canale Savena Abbandonato. Attivata l’idrovora di Campotto a cura del Consorzio di Bonifica.
A ciò si aggiunge un avviso di criticità trasmesso oggi a tutti i Comuni lungo l’asta del Fiume Reno a valle del Comune di Bologna, per organizzare aree di accoglienza ed attuare quanto previsto dai piani di emergenza  in previsione di possibili criticità. I Sindaci hanno aperto i  Centri operativi comunali. Alle Prefetture è stato chiesto il supporto  delle Forze dell’Ordine per il monitoraggio antisciacallaggio ed il presidio della viabilità, al fianco dei Vigili Urbani dei Comuni coinvolti dagli eventi.

Ai cittadini si raccomanda di non sostare vicino agli argini, evitare i piani interrati come cantine e garage e se necessario portarsi ai piani alti. In ogni caso seguire le indicazioni delle autorità.

 A Budrio, dove si è verificata i questa mattina una rottura arginale del fiume Idice con allagamenti diffusi,  funzionari regionali e volontari di protezione civile stanno supportando l’amministrazione per l’assistenza alla popolazione accolta presso i centri allestiti in queste ore.

 Situazione utenze gas e luce. Sono in via di risoluzione le oltre tremila disalimentazioni registrate soprattutto nel reggiano (Comuni di Ventasso, Villa Minozzo), nel modenese (Palagano e Frassinoro)  e in misura minore in provincia di Parma.

Restano ancora  criticità per le utenze dei comuni modenesi di Sestola, Pievelago e Fiumalbo. Sulla montagna modenese Protezione civile e sanità 118 sono impegnate nell’evacuazione preventiva di una decina di ospiti da case protette e strutture per disabili.

In Romagna. Si registra il superamento del livello 3 (elevata criticità) del Fiume Montone che sta transitando in queste ore nel forlivese. I Fiumi Ronco e Savio hanno raggiunto il livello 2 (moderata criticità). La protezione civile è intervenuta per interventi localizzati di rinforzi arginali. Piccoli Smottamenti si sono registrati nei comuni di Mercato Saraceno, Bagno di Romagna.

 Tutti gli aggiornamenti in tempo reale sul monitoraggio dei fiumi e situazioni di criticità sono disponibili sul sito Allertameteo Emilia Romagna.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/11/17 19:50:00 GMT+2 ultima modifica 2019-11-17T20:13:02+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina