venerdì,  8 marzo 2019

Presentati i progetti degli interventi di consolidamento a Corniglio, nel Parmense, per 2,5 milioni di euro

Incontro nella sede municipale di Corniglio alla presenza dell’assessore Gazzolo

Parma - Nella giornata di giovedì 7 marzo, dopo l’effettuazione di sopralluoghi a Beduzzo, Sauna e Costa Venturina, nella sede municipale di Corniglio si è svolto l’ incontro di presentazione degli interventi per la messa in sicurezza del territorio dell’alta Val Parma. 

Dopo gli interventi dell’assessore regionale Paola Gazzolo e del sindaco di Corniglio Giuseppe Delsante, il responsabile del Servizio Area Affluenti Po dell’Agenzia regionale di sicurezza territoriale e protezione civile Francesco Capuano ha illustrato i progetti degli  interventi di competenza dell’Agenzia volti a ridurre il rischio idraulico ed idrogeologico nel territorio comunale di Corniglio.

Corniglio_incontroInfatti, dopo la frana storica che interessò il Comune di Corniglio circa 20 anni fa, il territorio comunale, uno dei più estesi della provincia di Parma, è stato ripetutamente danneggiato da eventi meteorici estesi, che hanno aggravato diverse criticità sia di natura idraulica che idrogeologica.

Grazie ad una preliminare analisi compiuta congiuntamente dal Servizio Area Affluenti Po, con i geologi Giovanni Truffelli e Michela Diena, e dal Comune, la Giunta Regionale, con delibera n. 1405 del settembre 2018, ha approvato il Piano degli interventi di messa in sicurezza del territorio comunale di Corniglio, individuando quali soggetti attuatori lo stesso Servizio Area Affluenti Po, per la realizzazione di sei interventi per un importo totale di  1.670.000 euro, ed il Comune di Corniglio, per quattro interventi, di importo complessivo di 824.792 euro.

I lavori di competenza del Servizio Area affluenti Po, oggetto in questi giorni del completamento dei progetti esecutivi, sono:

  •  Lavori di regimazione idraulica sul corpo di frana di Corniglio e rii vari nelle località di Ponte Romano, Cà Pussini e Rio Maltempo – Importo: 600mila euro
  •  Interventi di messa in sicurezza del versante a salvaguardia dell'abitato da consolidare e sistemazione idraulica del rio Vestana completamente distrutto dall'alluvione 2014 – Importo: 400mila euro
  •  Interventi di ricostruzione delle opere idrauliche rio Pargnolo e di sistemazione idraulica del rio di Roccaferrara – Importo: 220mila euro
  •  Interventi di sistemazione idraulica rio della Sorba completamente distrutto dall'alluvione del 2014 a salvaguardia dell'abitato di  Canetolo – Importo: 200mila euro
  •  Interventi di messa in sicurezza del versante a salvaguardia dell'abitato da consolidare di Miano – Importo: 150mila euro
  • Interventi di sistemazione idraulica dei rii di Beduzzo distrutti dall'alluvione del 2014 a salvaguardia dell'abitato di Beduzzo  – Importo: 100mila euro.

Capuano, descrivendo in sintesi i contenuti dei progetti, ha anticipato che nelle prossime settimane si prevede di avviare le gare d’appalto in particolare dei lavori principali sulla grande frana di Corniglio, per poter iniziare i lavori in tarda primavera e terminarli, insieme a tutti gli altri nove interventi, entro il settembre del 2020.

Il progetto più rilevante, per un importo di 600mila euro, riguarda i lavori di regimazione idraulica sul corpo di frana di Corniglio e rii vari nelle località di Ponte Romano, Cà Pussini e Rio Maltempo, comprendendo opere di regimazione del reticolo idraulico superficiale con tecniche  di ingegneria naturalistica, la sistemazione dei versanti, il taglio selettivo della vegetazione, il ripristino del sistema di monitoraggio e la messa in sicurezza della viabilità nell’area di circa due chilometri quadrati della frana storica di Corniglio. L’intervento si integrerà con i progetti redatti direttamente da parte del Comune di Corniglio, il principale dei quali ha per oggetto proprio la dell’area in frana.

All’incontro erano presenti anche alcuni dei tecnici progettisti di questi importanti interventi: i geologi Giovanni Truffelli e Michela Diena, il geometra Antonio Ambanelli.  

 

Pe approfondimenti:

 

 

 

 

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina