lunedì,  17 agosto 2020

Casalecchio di Reno (BO), adeguamento del deflusso del fiume Reno

Intervento di somma urgenza per ampliare la sezione di deflusso del fiume Reno a monte della Chiusa di Casalecchio. A cura del Servizio Area Reno e Po di Volano

A fine agosto sono previsti l’avvio dei lavori dell’ultima fase di “Intervento di somma urgenza per l’Adeguamento del deflusso del fiume Reno nei pressi della Chiusa di Casalecchio. Comune di Casalecchio di Reno (BO)”, finanziati con 140mila euro nell’ambito dell’Ordinanza del Capo Dipartimento di Protezione Civile n. 590/2019 ed eseguiti dalla ditta Baraccani di Vergato (BO).

Dopo l’esecuzione del ribassamento del Lido, eseguito per consentire l’attivazione più frequente dello scaricatore laterale (detta Chiusa piccola) in caso di piena, si procederà con l’ampliamento della sezione a monte della Chiusa di Casalecchio. L’intervento consiste nella rimozione di parte dei sedimenti fermati sulla sponda destra e consolidati dalla crescita di una folta vegetazione.

I sedimenti accumulati alle spalle della Chiusa, principalmente sulla sponda destra, hanno determinato un progressivo interrimento del bacino, determinando un importante restringimento della sezione del fiume Reno.

Tale restringimento provoca una pressione maggiore sulla sponda opposta, dove peraltro sono presenti insediamenti e abitazioni, di fatto esponendola a fenomeni erosivi molto intensi.

Panoramica area di intervento sulla Chiusa di Casalecchio (BO)Il restringimento di sezione è ben visibile nell’ immagine a sinistra (Ortofoto 2019): infatti l’area contraddistinta dal colore azzurro corrisponde alle “acque” catastali, è attualmente occupata da una fascia boscata.

Per riportare il corso d’acqua ad una sezione adeguata e consona ad elevate portate di acqua, come avviene durante piene rilevanti, permettendo il loro transito senza arrecare danni alla sponda sinistra e alle infrastrutture annesse, si rende necessario intervenire per rimuovere il materiale terroso e la vegetazione esistente in una fascia di circa 30 metri dal ciglio dell’acqua, in sponda destra.

Come previsto nella stessa Ordinanza citata in premessa, il materiale legnoso recuperato sarà ceduto alla ditta esecutrice dell’intervento stesso a compensazione del lavoro di esbosco e trasporto del materiale stesso.

L’intervento di adeguamento del deflusso del fiume Reno nei pressi della Chiusa di Casalecchio durerà circa 45 giorni ed è stato valutato nelle linee principali nel corso di un ampio processo partecipativo del 2019, denominato "Contratto di Fiume dei Canali Bolognesi", che ha visto la partecipazione di rappresentati di Regione Emilia-Romagna, Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile, Consorzi dei Canali di Reno e di Savena, Consorzio della Bonifica Renana, Comune di Casalecchio di Reno e Legambiente, oltre i singoli cittadini interessati.

I tecnici del Servizio Area Reno e Po di Volano - responsabili della direzione dei lavori - sottolineano l’importanza di questo intervento che potrà solo migliorare l’attingimento idrico dell'importante e millenario sistema dei Canali di Bologna che, come sappiamo, partendo proprio dalla Chiusa Casalecchio consentono tra l'altro il deflusso di acqua indispensabile per irrigare nel periodo estivo ampie zone della campagna bolognese.

Ricordiamo - in ultimo - che l’area di intervento è inserita nella zona protetta denominata “Boschi di San Luca e Destra Reno”, e che pertanto è stato assoggettato alla procedura di Valutazione d’Incidenza da parte del Servizio Aree Protette, Foreste e Sviluppo della Montagna della Regione Emilia-Romagna.

 Fascia della vegetazione da eliminare, Chiusa di Casalecchio (BO)

Nell’immagine a lato, Ortofoto 2019, in rosso la fascia di vegetazione da eliminare per ampliamento alveo.  

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina