martedì,  21 luglio 2020

Idrovia Ferrarese, riavvio dei lavori per la botte a sifone del Canale cittadino

L'opera sul Canale Boicelli affidata alla nuova impresa. A breve anche l’appalto per il completamento della botta a sifone sul Canal Bianco

Bologna - Anche il cantiere per la demolizione e ricostruzione della botte a sifone del Canale cittadino, a Ferrara, avviato nel maggio dello scorso anno e fermato a causa del fallimento della Cantiere botte a sifone Canale CittadinoPiacentini Costruzioni, ha ripreso le attività dopo un complesso iter di concordato fallimentare e il conseguente annullamento del contratto.

Il nuovo appalto, aggiudicato il 3 giugno scorso, è andato al secondo operatore classificato della graduatoria delle imprese partecipanti alla procedura di gara. Si tratta del raggruppamento d’impresa creato dal Consorzio Stabile Modenese e Costruzioni Idrogeologiche Bolognesi.

L’impresa esecutrice dei lavori è la Frantoio Fondo Valle di Marano sul Panaro (Mo), quale società consorziata con lo stesso Consorzio Stabile Modenese. Si prevede la chiusura del cantiere attorno a metà settembre del 2021, sotto la direzione lavori del Servizio Area Reno e Po di Volano dell’Agenzia regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile.

L’importo complessivo di questa nuova opera, parte integrante del Progetto europeo “INIWAS” pensato per migliorare la rete idroviaria del Nord Italia (Lotto 1 stralcio/PARTE), ammonta a poco più di 2 milioni di euro e consiste nella costruzione di una nuova botte a sifone in un’altra posizione e con profondità differenti, oltre alla demolizione del vecchio manufatto: un ammodernamento resosi necessario per permettere in futuro gli interventi di dragaggio del Canale Boicelli, finalizzati all’abbassamento della quota e dei fondali per acconsentire il transito ai natanti di V classe europea.

La dimensione dell’opera, gestita dal Consorzio di bonifica della Pianura di Ferrara, sezione Alto Ferrarese nord, sarà pari a 2.50 x 2.50 metri, con lunghezza di 56.50 metri.

Cantiere botte sifone Canal BiancoAnaloga la situazione dell’altra botte a sifone sul Canal Bianco, anch’essa afferente al progetto europeo INIWAS e finanziata con il 20% di Fondi europei. L’appalto con la stessa Piacentini Costruzioni risale al febbraio 2018 e i lavori si sono fermati poco prima del collaudo.

Trascorso l’iter fallimentare il lavoro deve ancora essere riaffidato per consentire di completare l’opera di demolizione della vecchia botte, rallentamento dovuto in quanto le aree di cantiere risultano tutt’ora ancora in parte occupate da mezzi, materiali ed attrezzature della ditta fallita. Tuttavia, la nuova botte a sifone è già in esercizio dallo scorso dicembre 2019 ed è stata collaudata staticamente nel mese di maggio 2020.

La prosecuzione del contratto potrà avvenire scorrendo la graduatoria delle imprese che avevano partecipato alla procedura di gara e al momento non è dato sapersi quando sarà affidata l’appalto.

Sia la botte a sifone sul Canale cittadino, sia quella sul Canal Bianco attraversano il Canale Boicelli a Ferrara e precisamente più a valle di Pontelagoscuro e rientrano nel lotto dei lavori di adeguamento dell’idrovia ferrarese.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina