martedì,  28 luglio 2020

Incendi boschivi: bollettino giallo dal 28 luglio al 4 agosto

Resta valido lo “stato di attenzione” corrispondente al codice colore Giallo fino al 4 agosto. Da lunedì 27 luglio si è estesa ai giorni feriali l'attività di avvistamento dei volontari

Bologna – Prosegue per un’altra settimana lo stato di attenzione per gli incendi di bosco in Bollettino AIB giallo 2020Emilia-Romagna. Lo ha stabilito oggi, in videoconferenza, il tavolo dei rappresentanti dell’Agenzia per la sicurezza territoriale e la protezione civile, la direzione regionale dei Vigili del fuoco, il Comando regionale Carabinieri forestale e Arpae Emilia-Romagna che ha valutato le condizioni climatiche previste, gli attuali indici di propagazione e suscettibilità degli incendi, le segnalazioni pervenute ai Carabinieri forestali dal territorio.

Gli indici di suscettibilità e di propagazione degli incendi di bosco risultano nella media del periodo climatico sulle aree di pianura centro occidentali. Le zone dove la vegetazione è più secca e la siccità è più marcata sono le pianure del Ferrarese e quelle romagnole, oltre ai rilievi di Forlì-Cesena e Rimini. Situazione migliore della media stagionale invece sull’Appennino Piacentino e Parmense, sia come indici che come riserve d’acqua.

Dal punto di vista meteorologico, dopo un periodo di diffuse precipitazioni, ci si attende ora tempo stabile e soleggiato con aumento delle temperature (massime di 37 gradi in pianura e 28 gradi ad altitudini collinari) fino ai primi giorni d’agosto. A seguire, un apporto di aria fresca dovrebbe fare scendere le temperature su valori anche sotto la media della stagione.

Queste le osservazioni e le previsioni che – accanto alle scarse segnalazioni di focolai sul territorio - hanno portato a lasciare di fatto invariato il livello del Bollettino, fino alla prossima rivalutazione di martedì 4 agosto. Perciò è stato emanato un nuovo bollettino con codice colore giallo, il Numero 9/2020 (pdf, 558.11 KB), corrispondente allo scenario di rischio medio. Il bollettino resterà in vigore fino al 4 agosto.

Boschi e pinete sono ben presidiati in Emilia-Romagna dove dal 20 luglio è stata intensificata la presenza sul territorio da parte dei Vigili del Fuoco con nove squadre boschive. Da lunedì 27 luglio è scattata anche la copertura infrasettimanale delle squadre di volontari specializzati nell'antiincendio boschivo: si tratta di un'attività di pattugliamento ed avvistamento dei focolai che è stata estesa ai giorni feriali. Era già in essere durante i week end dall'inizio della campagna AIB 2020, con l'impiego di una squadra per provincia, in coordinamento con le altre forze in campo.

Ai cittadini, si raccomanda di gestire con la massima cautela gli abbruciamenti di stoppie, legname e altri residui vegetali durante i lavori agricoli e forestali; è il caso di evitare gli abbruciamenti in presenza di vento, ed è preferibile limitarsi alle prime ore della giornata.

Il Regolamento Forestale regionale, all’articolo 58, dispone che “l’abbruciamento controllato del materiale vegetale di risulta dei lavori forestali e agricoli (…) deve terminare entro le quarantotto ore successive al momento in cui viene dato l’avviso, il terreno su cui si effettua l’abbruciamento deve essere circoscritto e isolato con mezzi efficaci ad arrestare il propagarsi del fuoco, si deve procedere (…) in assenza di vento e in giornate particolarmente umide (…), raggruppando il materiale in piccoli cumuli”.

L’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile ricorda che prima di procedere ad abbruciamenti, è obbligatorio darne comunicazione ai Vigili del Fuoco.

Numero Verde: 800841051.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina