venerdì,  21 febbraio 2020

Incendi boschivi: prorogata al 5 marzo la “fase di attenzione” su tutto il territorio regionale

Massima cautela nel bruciare stoppie, legname e residui vegetali, evitando le giornate ventose e dopo le ore 11.00. Va sempre comunicato ai Vigili del Fuoco: Numero Verde 800841051

Bologna - Le persistenti condizioni di tempo secco, con temperature superiori alla media stagionale e Fuoco nel parconumerosi incendi registrati nei giorni scorsi avevano già determinato l’attivazione della fase di attenzione per gli incendi nei boschi, da venerdì 14 a giovedì 27 febbraio 2020.

Emesso dal direttore dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile Rita Nicolini, questo provvedimento è stato prorogato al 5 marzo, dopo le valutazioni congiunte con la Direzione regionale dei Vigili del fuoco, il Comando Regione Carabinieri Forestale e Arpae E-R, in base all’andamento delle condizioni meteo climatiche.

Le condizioni della vegetazione e le temperature, associate all’assenza di piogge e a locali raffiche di vento, favoriscono l’innesco di incendi e la loro propagazione. Siamo all’interno di un inverno molto secco, le ultime piogge significative risalgono al 20 dicembre scorso, non ne sono attese altre nei prossimi giorni. Dall’inizio del 2020 si sono già registrati oltre 40 episodi significativi, che hanno richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco.

Nella fase di attenzione, si sconsiglia, fino al 5 marzo, l’abbruciamento controllato del materiale vegetale di risulta dei lavori forestali e agricoli; qualora assolutamente necessario, tali operazioni potranno avvenire solo in assenza di vento e nelle giornate particolarmente umide (nella prima mattina e non oltre le ore 11:00). Vanno considerate, inoltre, le eventuali ordinanze più restrittive emanate da singoli Comuni.

All’articolo 58 del Regolamento Forestale regionale, sta scritto che “l’abbruciamento controllato del materiale vegetale di risulta dei lavori forestali e agricoli (…) deve essere circoscritto e isolato con mezzi efficaci ad arrestare il propagarsi del fuoco, si deve procedere (…) in assenza di vento e in giornate particolarmente umide (…), raggruppando il materiale in piccoli cumuli”.

L’Arma dei Carabinieri sta già procedendo a intensificare i controlli. La situazione sarà nuovamente valutata mercoledì 3 marzo.

L’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile ricorda che prima di procedere agli abbruciamenti, è obbligatorio darne comunicazione ai Vigili del Fuoco. Numero Verde: 800841051.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/02/21 10:33:33 GMT+1 ultima modifica 2020-02-21T10:33:33+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina