venerdì,  6 agosto 2021

Storia, il Cavo Napoleonico e il Canale Emiliano Romagnolo diventano un video

Le due importanti vie d’acqua raccontate in un video-documentario realizzato dalla Pro Loco di Sant’Agostino (FE)

Un video documentario per raccontare la storia dello Scolmatore delle acque del Fiume Reno, meglio conosciuto come Cavo Napoleonico, la più importante opera idraulica della nostra regione, nata nel 1807 per volere di Napoleone Bonaparte, per mitigare i problemi idraulici del fiume Reno e non solo. Infatti, lo storico manufatto Ferrarese assolve sostanzialmente a due funzioni: come scolmatore quando il Fiume Po o il Reno sono in piena; come fonte di acqua per alimentare il Canale Emiliano Romagnolo, fonte preziosa per l'irrigazione agricola dei territori serviti, quando tutti i corsi d'acqua romagnoli hanno portate insufficienti al fabbisogno nei periodi di secca.

Il video-documentario per raccontare il Cavo Napoleonico e il Canale Emiliano Romagnolo è stato realizzato dalla Pro Loco di Sant’Agostino, Comune di Terre del Reno (FE), grazie a risorse interne e ai patrocini della Regione Emilia-Romagna, dell’Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile, del Consorzio Canale Emiliano-Romagnolo e del Comune di Terre del Reno.

Sant'Agostino (FE), una seconda immagine risalente alla costruzione del Cavo NapoleonicoIl cortometraggio delle due importanti vie d’acqua sarà presentato martedì 24 agosto alle ore 21.00 presso la Sala polivalente parrocchiale (ex chiesa provvisoria) di Sant‘Agostino - annuncia la presidente della Pro Loco Chiara Malaguti -.

Il video - si legge nella presentazione della Pro Loco - esporrà le vicende storiche che hanno condotto alla costruzione delle opere idrauliche, partendo dalla questione secolare delle piene del fiume Reno, passando per gli editti napoleonici che nel 1807 avviarono gli scavi del cavo, per giungere al XX secolo col completamento dei progetti e alla messa in esercizio, che continua ancora oggi, con finalità ampliate ed in continuo sviluppo. I materiali per la costruzione del filmato sono stati tratti prevalentemente da fonti provinciali e regionali, con uso di immagini storiche del territorio santagostinese.

Sant'Agostino (FE), logo estratto dalla locandina dell'iniziativaIl documentario, realizzato con la composizione grafica di Elisa Valli ed il montaggio video di Tiziano Luciani, si rivolge prevalentemente ad un pubblico di interessati al territorio, senza dimenticare le scuole, e pur non omettendo nessuna delle problematiche connesse, sia ai retaggi storici, sia alle attuali funzioni idrauliche, affronta i vari temi con una esposizione sintetica senza dettaglio scientifico, a vantaggio della ricettività dei contenuti, con una richiesta di attenzione non superiore ad un’ora.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina