giovedì,  16 dicembre 2021

A San Marino nasce il Corpo di volontariato di protezione civile

Concluso il percorso formativo, con quasi 200 volontari. Potrà essere attivato con la Colonna mobile regionale. Consegnati i tesserini e gli attestati di partecipazione al corso base

Rimini – Si è tenuta lunedì scorso, 13 dicembre, la giornata conclusiva dei corsi per i volontari di protezione civile di San Marino e delle milizie. Per conferire la giusta rilevanza allo “storico” evento di nascita del Corpo di volontariato di protezione civile sammarinese, presso il Teatro Nuovo a Dogana (RSM), è stata organizzata una cerimonia di condivisione e ringraziamento. teatroSono stati consegnati i tesserini e gli attestati di partecipazione ai volontari, con firma congiunta del Servizio Protezione civile della Repubblica di San Marino e dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile. intervento Rita Nicolini
Sono intervenuti, tra gli altri, per la Repubblica di San Marino, il capo della protezione civile Pietro Falcioni, i segretari di Stato Elena Tonnini, Stefano Canti, Federico Pedini Amati, il direttore del dipartimento Territorio e ambiente Giuliana Barulli; per l’Agenzia regionale il direttore Rita Nicolini, Simone Dallai, (responsabile del Servizio Policy tecnica e protezione civile), Piero Tabellini (responsabile del Servizio di Rimini), Antonio Pesaresi (PO protezione civile del Servizio di Rimini); per il Coordinamento provinciale delle associazioni di volontariato di protezione civile di Rimini il presidente Carlo Zecchin e il gruppo dei formatori.milizie

I corsi di formazione base per i volontari sammarinesi, realizzati con il prezioso contributo del Servizio di Rimini dell’Agenzia regionale e del Coordinamento delle associazioni di volontariato, si sono potuti organizzare grazie all’accordo di collaborazione tra la Repubblica di San Marino e la Regione Emilia-Romagna, sottoscritto il 10 giugno 2013, e al successivo protocollo attuativo del 7 febbraio 2019. Hanno partecipato quasi 200 volontari, tra Gruppi dei Castelli e associazioni. Un numero certamente significativo, che per la piccola Repubblica rappresenta motivo di orgoglio a dimostrazione di sensibilità e solidarietà molto presenti e ben radicate nella popolazione sammarinese.

esercitazione.jpgGrazie alla conclusione di questo percorso formativo, che si è svolto 7 giornate da settembre a dicembre 2021, il volontario sammarinese, oltre a operare nel proprio territorio, potenzialmente potrà essere attivato con la Colonna mobile della Regione Emilia-Romagna per scenari emergenziali transfrontalieri.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina