martedì,  23 febbraio 2021

A Novafeltria, nel riminese, conclusi i lavori di messa in sicurezza e ripristino della strada tra Torricella e Libiano e di quella per Uffogliano

Finanziati dalla Regione, con circa 800mila euro, interventi di consolidamento dei versanti e della viabilità

Bologna - Doppio intervento nel comune di Novafeltria, in provincia di Rimini. Con il Libiano, lavori finiti.jpgconsolidamento del versante, unito al ripristino della viabilità della strada Torricella-Libiano e il rafforzamento della scarpata di valle della strada comunale per Uffogliano, si sono appena conclusi due importanti interventi di mitigazione del rischio idrogeologico, a cura dell'Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile (Servizio di Rimini).

A Libiano, a causa dei gravi episodi meteo che si sono verificati tra febbraio e marzo 2018, una frana di 1,5 chilometri ha invaso l’alveo del fiume Marecchia provocando ingenti danni a un fabbricato privato e alla viabilità primaria e secondaria, isolando alcune abitazioni e un’importante attività produttivo-commerciale. 
Ai primi interventi di somma urgenza per strade e regimazione delle acque, è seguito un finanziamento in due stralci mirato al consolidamento del versante e al ripristino della viabilità per complessivi 680mila euro
Libiano, strada comunale ripristinata.jpgIn particolare, per la mitigazione del rischio e la riattivazione della rete stradale interrotta, sono state realizzate una paratia su pali e tiranti, opere accessorie di sostegno in gabbioni e opere di regimazione delle acque a monte e dentro il corpo di frana. 
Inoltre, l’area in dissesto e le opere di difesa del suolo sono oggetto di monitoraggio strumentale da parte dell’Agenzia regionale.

Uffogliano, vista dall'alto.jpgAnche la frana all’origine del cedimento di un tratto della strada comunale per Uffogliano è riconducibile agli stessi episodi di maltempo. Per l’intervento di consolidamento e di messa in sicurezza della strada, finanziato con 100mila euro, è stata realizzata un’opera di sostegno fondata su pali di grande diametro e la posa di una biorete per l’eliminazione dell’erosione lungo la scarpata di valle caratterizzata da una elevata pendenza. 

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina