lunedì,  4 gennaio 2021

Allerta Meteo valida 36 ore: ecco cos'è cambiato

E' ora possibile distinguere la valutazione per la giornata in corso da quella per il giorno successivo

Bologna - A dicembre 2020 è stata emessa la prima allerta valida 36 ore da quando sono state aggiornate le procedure. Grazie a questo cambiamento diventa possibile distinguere la valutazione per la giornata in corso da quella per domani. Ma vediamo nel dettaglio cos'è cambiato.

Come funziona

Ogni giorno, sulla base delle previsioni e degli scenari di evento associati, viene emesso un documento che contiene la valutazione dei seguenti fenomeni: piene, frane, temporali, vento, neve, pioggia che gela, temperature estreme, stato del mare e mareggiate. In caso di assenza di fenomeni significativi si tratta di un Bollettino di vigilanza con codice colore verde altrimenti si parla di Allerta meteo idrogeologica idraulica. 

La valutazione viene effettuata alla scala spaziale delle 18 zone di allerta per le 24 ore della giornata successiva (00:00 – 24:00), aggiornando, se necessario, la valutazione anche per le 12 ore della giornata in corso (36 ore successive).
Può infatti succedere che la previsione effettuata il giorno precedente venga aggiornata sulla base di cambiamenti nei risultati della modellistica o di informazioni sulla vulnerabilità a scala locale dei territori interessati. Nel precedente format dell’allerta per le 36 ore successive, con inizio di validità alle ore 12 della giornata in corso, non c’era la possibilità di distinguere la previsione delle due giornate e il documento era composto da un’unica mappa (e dalla relativa tabella di dettaglio) con i codici colore associati alla valutazione di fenomeni e criticità.

Cos'è cambiato

Con l’aggiornamento delle procedure è stata introdotta un’importante novità che permette una chiara distinzione tra le due giornate, se variano le condizioni previste per la seconda parte della giornata in corso. Se il documento è valido per le 24 ore della giornata successiva all’emissione, è composto da due pagine: la prima con la mappa e la relativa tabella che indica i codici colore per i diversi fenomeni su ciascuna zona di allerta, la seconda con la descrizione dei fenomeni, le note, i riferimenti e le firme. Se il documento aggiorna anche la valutazione per la seconda metà della giornata in corso, come nel caso considerato, si compone di due pagine: la prima relativa al giorno corrente e valida dalle 12 alle 24 e la seconda riferita al giorno seguente, con validità 00-24.

Format Allerta 36 ore 1

Format Allerta 36 ore 2

I vantaggi

Quali sono i vantaggi di questo nuovo format per l’allerta con 36 ore di validità? Spesso le previsioni per la giornata in corso e quella successiva sono differenti e quindi è già possibile fare una valutazione degli scenari distinta per le due giornate, mentre con il format precedente era necessario indicare livelli di allerta e codici colore per l’intero periodo di 36 ore e riaggiornare l’allerta alle 12 del giorno dopo. Questa distinzione è utile soprattutto per calibrare meglio le fasi operative (attenzione, preallarme, allarme) associate ai codici colore dell’allerta e in particolare per i Comuni, a cui spetta l’attivazione delle procedure operative in base al proprio piano di protezione civile e che ora possiedono un’informazione maggiormente puntuale in merito alla durata delle condizioni di rischio.

È importante ricordare che l’allerta non è una classica previsione del tempo, ma una valutazione delle condizioni meteorologiche e dei possibili effetti sul territorio ed è uno strumento di prevenzione che permette di prepararsi alla gestione degli eventi critici e di mettere in campo tutte le misure per limitare i danni, dai comportamenti personali di autoprotezione alle azioni istituzionali individuate nei piani di protezione civile.

((Fonte: Allerta Meteo Emilia-Romagna))

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/01/04 18:07:36 GMT+2 ultima modifica 2021-01-04T18:07:36+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina