martedì,  16 agosto 2022

Rinnovata per tre anni la convenzione tra Agenzia regionale, Ministero dell’Interno e Vigili del fuoco

Fra le novità, l’implementazione della sicurezza della navigazione interna. Nel 2022 confermate attività tradizionali come antincendio boschivo, presidi estivi sul litorale, formazione

Bologna - È stata siglata una nuova convenzione triennale fra Ministero dell’interno-Vigili del fuoco, camionDipartimento dei Vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile, Direzione regionale dei Vigili del Fuoco E-R e  Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile che, facendo seguito a quelle approvate negli anni scorsi, garantisce la continuità operativa dei rapporti di collaborazione in essere tra le parti, nell’ambito di specifiche attività di protezione civile assegnate all’Agenzia. 
Mediante le forze istituzionalmente preposte alla previsione e prevenzione dei rischi e al contrasto attivo delle pubbliche calamità, le parti puntano al raggiungimento di questo obiettivo con attività di studio, pianificazione, intervento operativo, informazione e formazione, riconoscendo il rispettivo ruolo e la presenza qualificata sul territorio regionale.

Una novità riguarda l’implementazione della sicurezza della navigazione interna nei corsi d’acqua di competenza regionale navigabili: Canale Boicelli, Po di Volano, Po di Primaro dal Po di Volano alla Botte San Nicolò, Migliarino, Ostellato.
Per l’attuazione delle attività la convenzione prevede che ogni anno venga redatto un Programma annuale, con i dettagli operativi e finanziari. Per il 2022, il programma prevede attività ormai tradizionali (sale operative; azioni finalizzate all’Anti Incendio Boschivo; mezzi aerei; presidi estivi litorale; formazione, esercitazioni, addestramenti; acquisto di mezzi e materiali).


Cosa prevede l’accordo
I rapporti di collaborazione possono essere sintetizzati nei seguenti ambiti di attività: sinergia fra sale operative, con implementazione dei collegamenti e condivisione di dati; sviluppo dei presidi territoriali e di monitoraggio; pianificazione, scenari di evento, formazione ed esercitazioni; logistica, materiali, mezzi e distaccamenti. 
Per la sicurezza della navigazione, previsto uno specifico supporto operativo in relazione alle funzioni attribuite all’Agenzia dalla Legge Regionale 13/201. Ecco le funzioni: gestione del sistema idroviario padano-veneto, con riferimento all'idrovia ferrarese; polizia di navigazione di competenza regionale; soccorso in appoggio alle esigenze del turismo fluviale; gestione degli impianti e delle conche di navigazione Pontelagoscuro, Valpagliaro, Tieni, Vallelelepri. 
Il supporto prevede verifiche urgenti per l’individuazione di situazioni di pericolo connesse al malfunzionamento delle parti sommerse delle conche di navigazione e dei sostegni idraulici, ed eventuale intervento di rimozione temporanea volta al ripristino della sicurezza.
E ancora verifica ed eventuale realizzazione dei primi interventi urgenti di riduzione dei pericoli per la navigazione, per la rimozione in acqua di ostacoli pericolosi, per il posizionamento di boe di segnalazione di ostacoli o pericoli. Inoltre, soccorso e recupero del personale navigante all’interno delle conche e lungo il corso d’acqua e interventi di contenimento di sversamenti in acqua. La convenzione scadrà nel giugno 2025: nel frattempo, le parti  si riservano la facoltà di concordare modifiche o integrazioni. 

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina