lunedì,  21 marzo 2022

Giornata mondiale dell'acqua, recupero dei rifiuti nell'area rinaturalizzata del Rio Ronco di Vecchiazzano (Fc)

Intervento del Servizio di Forlì-Cesena, che ha curato il progetto per riportare l'alveo allo stato naturale e immettere acque più pulite nel fiume Rabbi

Forlì - Domani, 22 marzo, è la Giornata mondiale dell’acqua, nata per sensibilizzare le istituzioniRio Ronco, area verde, rinaturalizzazione mondiali e l'opinione pubblica sull’importanza di ridurre lo spreco di acqua e di tutelarne la qualità. Il tema di quest’anno è il legame tra acqua e cambiamenti climatici.

In questa giornata il Servizio Sicurezza territoriale e protezione civile Forlì-Cesena - Assetto idraulico, realizzerà un intervento di recupero dei rifiuti nel Rio Ronco di Vecchiazzano alla confluenza con il fiume Rabbi, dove ha curato la realizzazione di un'opera sperimentale, nell’ambito dei lavori di manutenzione dei corsi d’acqua naturali.

A Forlì, è stata infatti realizzata la rinaturalizzazione del Rio: l’alveo rivestito in lastre di cemento che collegava il tratto fra l’abitato di Vecchiazzano e la confluenza nel fiume Rabbi è stato riportato allo stato naturale, sono stati realizzati laghetti, piccoli salti con cascatelle in massi con funzioni di fitodepurazione in scala di paesaggio per trattenere i carichi inquinanti provenienti dai campi concimati, dalla viabilità dilavata dalle piogge, dalle bocche di troppo pieno delle fogne miste e immettere nel fiume acque più pulite.

Negli anni i laghetti, dove sono stati piantati un canneto e arbusti di salici, hanno formato una fitta cortina vegetale che è diventata di fatto trappola per tutto il materiale che il torrente trasporta in occasione delle piene prima di confluire nel Rabbi. Purtroppo, oltre al naturale trasporto di sedimenti terrosi e vegetali, si trovano molta plastica e rifiuti, un' importante funzione non immaginata in fase di studio e progettazione, che necessita di un attento intervento di pulizia.

L'intervento di domani prevede dunque il recupero dei rifiuti nell’area, separando le plastiche, il vetro e i vari materiali che verranno smaltiti in collaborazione con Alea.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina