martedì,  15 novembre 2022

Rischio idraulico, giovedì 17 novembre a Parma una giornata per presentare il progetto Resilience

Sviluppato in collaborazione tra Agenzia e Università di Parma

Bologna – Rischio idraulico, allagamenti, alluvioni e rotte arginali. Attorno a questi Parma, nodo idraulico @2009 Paolo Mignosaconcetti si sviluppa giovedì 17 novembre la giornata di presentazione del progetto Resilience (REsearches on Scenarios of Inundation of Lowlands Induced by EmbaNkment Collapses in Emilia-Romagna), sviluppato in collaborazione tra Agenzia regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile e Università di Parma e giunto al settimo anno di attività.

Il progetto ha l’obiettivo di migliorare la conoscenza del rischio residuo e di favorire lo sviluppo di tecniche adeguate alla gestione delle alluvioni, anche in tempo reale, attraverso la predisposizione di potenziali scenari di allagamento conseguenti a rotte arginali in formato digitale.

La giornata avrà luogo a Parma presso la Sala Congressi del Campus universitario (Plesso “Aula delle scienze” nel Parco Area delle scienze), dalle ore 9.30 alle 13.10.
Dopo i saluti istituzionali del Rettore dell’Università di Parma Paolo Andrei, di Antonio Montepara Direttore del Dipartimento Ingegneria e Architettura UniPr e di Rita Nicolini, Direttrice dell'Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile, si susseguiranno diversi interventi che fanno il punto sulla nascita e l’avanzamento del progetto. L’approfondimento sugli “Scenari a supporto della pianificazione di emergenza” è a cura di Claudia Vezzani (Area Tecnica Rischio Idraulico e servizio di piena dell’Agenzia regionale). Seguirà una tavola rotonda per esplorare le sinergie possibili tra Università e enti territoriali sul tema del rischio idraulico. Partecipano: Meuccio Berselli, Direttore Agenzia Interregionale per il fiume Po, Alessandro Bratti, Segretario Generale Autorità di Bacino Distrettuale del fiume Po, Rita Nicolini, Direttrice dell'Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile della RER, Andrea Colombo, Responsabile Valutazione e gestione dei rischi idraulici, Autorità di Bacino Distrettuale del fiume Po, Monica Guida, Responsabile del Settore Difesa del territorio e dell’Area Difesa del suolo, della costa e bonifica RER, Fabrizio Storti, Prorettore alla terza missione UniPR.

Le conclusioni sono affidate a Irene Priolo, Vice Presidente della Regione e Assessore all'ambiente, difesa del suolo e della costa, protezione civile.

La partecipazione alla giornata è gratuita. Sono riconosciuti crediti formativi professionali per gli iscritti all’Ordine degli Ingegneri.

Approfondimenti

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina