giovedì,  5 maggio 2022

Incendi boschivi: Bollettino Verde fino al 20 Maggio

Gli scenari di rischio si mantengono al livello più basso, ma vanno evitati gli abbruciamenti in presenza di vento, limitandoli alle prime ore della giornata

Bologna - Le piogge dei giorni scorsi, lo stato della vegetazione e le previsioni immagine news AIB VERDE.PNGmeteo a breve-medio termine consentono di mantenere le attuali disposizioni in merito agli abbruciamenti di materiale vegetale, dopo le inedite misure restrittive disposte ai primi di marzo. Viene confermato il “rischio basso”, corrispondente alla seguente formula: “le condizioni meteo-climatiche e l’umidità del combustibile vegetale sono tali da generare un incendio con intensità del fuoco molto bassa e propagazione molto lenta”.

Dopo il lungo periodo (circa cento giorni) in cui l’Emilia-Romagna è stata dominata da un campo di alta pressione, siamo entrati in una fase di instabilità atmosferica, che dovrebbe proseguire fino al 9-10 maggio, con piogge diffuse, localmente consistenti, e un abbassamento delle temperature massime. È lievemente migliorato il bilancio idroclimatico, anche se alcune zone continuano a essere in sofferenza per la siccità. Gli indici forestali (di innesco e di propagazione degli incendi) sono scesi a livelli meno preoccupanti.

Dal 20 aprile al 3 maggio, si sono riscontrati 16 incendi, quasi tutti di piccole dimensioni. Il più significativo nel ferrarese, a Bosco Mesola, ha richiesto l’intervento dell’elicottero, si calcola che l’area bruciata sia intorno ai 2 ettari; sono in corso le operazioni di bonifica, alle quali partecipano anche volontari di protezione civile.

Nella videoconferenza del 3 Maggio - con rappresentanti dell’Agenzia per la sicurezza territoriale e la protezione civile, la direzione regionale dei Vigili del Fuoco, il Comando regionale Carabinieri forestale e Arpae Emilia-Romagna – è stata assunta la decisione di diffondere il Bollettino Verde 9/2022 (pdf787.61 KB), la cui validità va da sabato 7 Maggio alla mezzanotte di venerdì 20, fatte salve le ordinanze più restrittive emanate da singoli Comuni in merito alla salvaguardia della qualità dell’aria.

La situazione sarà rivalutata il 18 maggio, o anche prima, in caso di necessità.

Dal primo maggio sono ripresi gli abbruciamenti anche in pianura, con la fine delle limitazioni disposte dal Piano Aria regionale. Ai cittadini, si chiede di mantener comportamenti improntati alla prudenza, evitando gli abbruciamenti in presenza di vento e limitandoli alle prime ore della giornata.

Prima di procedere ad abbruciamenti è obbligatorio darne comunicazione ai Vigili del Fuoco. Numero Verde: 800841051.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/05/05 09:00:00 GMT+2 ultima modifica 2022-05-04T10:55:41+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina