domenica,  4 ottobre 2020

Incendi boschivi: chiusa la Fase di Attenzione, Bollettino Verde fino al 12 novembre

Rischio di incendio basso, sempre validi gli inviti alla cautela nel dare fuoco a stoppie e legname

Bologna - Dalla mezzanotte di domenica 4 ottobre, si chiude la lunga “fase di attenzione” per gli immagine news AIB.PNGincendi boschivi e si entra nella tipica situazione autunnale.

Il quadro meteorologico, i numeri degli incendi riscontrati e le segnalazioni di abbruciamenti, consentono di abbassare la soglia del rischio. Restano ancora elevati, soprattutto in Romagna e nel ferrarese, gli indici di suscettività e di propagazione degli incendi, ma non destano particolari preoccupazioni per l’arrivo di una serie di perturbazioni di origine atlantica già dal 2 ottobre: è quanto emerso nella videoconferenza del 1° ottobre, alla quale hanno partecipato rappresentanti dell’Agenzia per la sicurezza territoriale e la protezione civile, la direzione regionale dei Vigili del fuoco, il Comando regionale Carabinieri forestale e Arpae Emilia-Romagna.

Ogni settimana, dallo scorso 6 luglio, la situazione è stata riesaminata e sul sito dell’Agenzia regionale viene pubblicato un Bollettino di informazione ai cittadini, secondo la logica del Codice Colore, come indicato dal Dipartimento nazionale di Protezione civile.

Il Codice Verde corrisponde allo scenario di rischio basso e alla formula “le condizioni meteo-climatiche e l’umidità del combustibile vegetale sono tali da generare un incendio con intensità del fuoco molto bassa e propagazione molto lenta”.

Da lunedì 5 ottobre alla mezzanotte di mercoledì 12 novembre, per tutta l’Emilia-Romagna sarà valido un Bollettino Verde, il Numero 19/2020 (pdf931.55 KB), corrispondente allo scenario di rischio basso, fatte salve le eventuali ordinanze più restrittive emanate da singoli Comuni.

La situazione sarà valutata martedì 10 novembre (in caso di necessità, il tavolo tecnico sarà rapidamente riconvocato).

Ai cittadini, si raccomanda di gestire con la massima cautela gli abbruciamenti di stoppie, legname e altri residui vegetali durante i lavori agricoli e forestali; è il caso di evitare gli abbruciamenti in presenza di vento, ed è preferibile limitarsi alle prime ore della giornata.

Il Regolamento Forestale regionale, all’articolo 58, dispone che “l’abbruciamento controllato del materiale vegetale di risulta dei lavori forestali e agricoli (…) deve terminare entro le quarantotto ore successive al momento in cui viene dato l’avviso, il terreno su cui si effettua l’abbruciamento deve essere circoscritto e isolato con mezzi efficaci ad arrestare il propagarsi del fuoco, si deve procedere (…) in assenza di vento e in giornate particolarmente umide (…), raggruppando il materiale in piccoli cumuli”.

L’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile ricorda che prima di procedere ad abbruciamenti è obbligatorio darne comunicazione ai Vigili del Fuoco.

Numero Verde: 800841051.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina