Gestione delle emergenze

Il piano comunale di emergenza

Strumento operativo che raccorda le procedure per l’intervento nelle emergenze, l’organizzazione dei soccorsi, l’informazione alla popolazione, l’intervento dei volontari e degli operatori addetti ai servizi di protezione civile.

Cosa cambia con la riforma della Legge 225/1992 

Entro 90 giorni dal 14 luglio 2012, ciascun Comune approva, con deliberazione consiliare, il piano di emergenza comunale - redatto secondo i criteri e le modalità riportate nelle indicazioni operative del Dipartimento della Protezione Civile e delle Giunte regionali - e provvede alla verifica e all'aggiornamento periodico di questo strumento. Copia del piano deve essere trasmessa alla Regione, alla Prefettura-Ufficio territoriale del governo e alla Provincia territorialmente competenti. Dall’attuazione di queste nuove disposizioni non devono derivare nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica.

 

Le mappe dei piani comunali di emergenza  sul sito del Dipartimento nazionale della protezione civile

Azioni sul documento

pubblicato il 2014/09/23 15:15:00 GMT+2 ultima modifica 2018-12-04T12:07:05+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina